http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/03/procura_napoli001.jpg

Il caso Eboli, con le sue presunte corruzioni ed i suoi altrettanto presunti peculati giunti di recente al centro dell’attenzione mediatica, finisce sulla scrivania del procuratore di Napoli. E cosa c’entrino i magistrati napoletani può essere spiegato soltanto in un modo una volta superata (anche) la fase dell’avocazione a sé della procura generale: far luce sullo stato delle indagini condotte dai colleghi di Salerno, perché si siano mosse in un certo modo o addirittura non...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/03/Eboli_municipio01-1024x720.jpg

Ennesima tegola giudiziaria sul vertice dell’amministrazione comunale ebolitana: e le accuse, stavolta, cominciano a farsi serie in linea generale, se riscontrate e provate in futuro è altro discorso. Corruzione in atti contrari ai doveri d’ufficio, peculato, falso ideologico e falso materiale: queste le gravi ipotesi di reato che il sostituto procuratore della repubblica presso il tribunale di Salerno, Silvio Marco Guarriello contesta al sindaco di Eboli Massimo Cariello (a dx nella foto), alla sua longa manus...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/03/DeMaio_Conte_Reddito-900x720.jpg

«La vuoi la verità? Io non so neppure accenderlo questo computer che vedi qui sulla mia scrivania». Volendosi accontentare basterebbe questa frase sussurrata in confidenza al cronista da un simpatico impiegato di un centro per l’impiego del Salernitano per farsi un’idea di che cosa sta –o starebbe- per accadere in Italia di qui a poco più di un mese con l’entrata in vigore delle norme sul “Reddito di cittadinanza”. Ciò che qui a Libero liberamente abbiamo chiamato...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/02/Eboli_Trestelle.png

La Direzione distrettuale antimafia di Salerno ha stretto ieri il cerchio attorno all’ennesimo, ancorché presunto, grumo criminale che affligge ampi pezzi di territorio italiano, specie al Sud. Con le accuse di corruzione e istigazione aggravata alla corruzione, detenzione e porto illegale di armi da sparo clandestine, ricettazione e turbata libertà degli incanti aggravata dal metodo mafioso, sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare Emilio Vastarella, direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Salerno, Gianluca La...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/02/Reddito-di-cittadinanza-bozza.jpg

A scuola ci hanno insegnato la famosa formuletta: Cvd, ossia “Come volevasi dimostrare” per dire che, date certe premesse teoriche, un determinato risultato concreto sarà inevitabile. Esattamente come nel caso del reddito di cittadinanza applicato alla società italiana, monumentale pretesa di trasformare i «levantini in scandinavi» secondo una classificazione sociologico-letteraria forse datata ma efficace per rendere un concetto. Ecco, allora, che a Napoli come a Palermo (tanto per limitare il discorso alle antiche capitali del...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/02/luigi-di-maio22.jpg

La notizia vera sarebbe che Di Maio stamattina (ieri per chi legge) presenzierà ad un convegno intitolato “Merito e innovazione”: quella, invece, più «rumorosa» è che ad accoglierlo nella sua Pomigliano D’Arco potrebbe esserci la seconda ondata di proteste dopo quella che lo travolse un paio di mesi addietro quando fu invitato a parlare all’istituto tecnico “Bersanti”, sempre nella «sua» città d’origine. Stavolta, però, si tratta del liceo classico-scientifico “Imbriani”, la stessa scuola frequentata dal...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/01/Eboli_PalazzoFM-eolopress.jpg

«…Decreta 1) di rigettare le istanze su piattaforma So.re.sa. presentate dalla “Ises soc.coop. a.r.l.” e successivamente reiterate dalla “Nuova Ises soc. coop sociale”, di accreditamento istituzionale definitivo….2) di prendere atto dell’avvenuta risoluzione del rapporto di temporaneo accreditamento con il Ssr in capo alla “Ises”, risoluzione già avvenuta, ai sensi dell’art.25 della L.R. 15/2002, precedentemente alla cessione del rampo d’azienda operata in favore della Nuova Ises…”. Et cetera.».  Il linguaggio della Regione Campania è freddo, lapidario,...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/01/Di-Maio-figlio-e-padre.png

E’ di certo un contrappasso, una beffa del destino che sia proprio una ruspa a segnare i prossimi giorni della vita familiare del vice primo ministro Di Maio. Papà Antonio, balzato agli onori della cronaca per la tipica magia italiana di far sorgere villini e manufatti là dove ci sono ruderi o antiche stalle, peraltro scansando noiose lungaggini burocratiche, dovrà abbattere tre delle quattro costruzioni edificate a Mariglianella. L’ha ordinato Felice Di Maiolo, sindaco del...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2018/12/Arpac_rilievi.jpeg

Antonio Di Maio, illustre papà di uno dei due vice-primo ministro, è finito sotto indagine per «abbandono incontrollato di rifiuti». Saltando a pie’ pari una naturale ironia satirica che proromperebbe incrociando l’ipotesi di reato e la discendenza dell’indagato, tutto risale ai primi di questo mese quando lo spazio della cronaca politica venne occupato dalle vicissitudini familiari del Giggino da Pomigliano d’Arco: il papà del leader politico dei 5 Stelle avrebbe, in pratica, abbandonato in un...

http://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2018/12/fruttivendolo.jpg

Le leggi o i regolamenti in generale, almeno fin quando ci sono, vanno rispettati? Risposta scontata: sì. Anche se sono iniqui, ingiusti, insopportabili? Purtroppo sì. E se una determinata categoria di soggetti destinataria della normativa se ne infischia e continua a comportarsi come se non esistesse, quale ragione viene subito in mente? Assenza di controlli, sanzioni inapplicate e, tra tutte, mancanza di autorevolezza di chi rappresenta le istituzioni, ovvio. ” template=”/web/htdocs/www.eolopress.it/home/index/wp-content/plugins/nextgen-gallery/products/photocrati_nextgen/modules/ngglegacy/view/gallery.php” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]...