HomeCategory pianadelsele

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2020/09/coltivazione-arachidi_NG1.jpg

Non vi è alcuna traccia di agricoltura nei progetti connessi al Recovery Fund , anche se va dato atto di timidi provvedimenti sull’agroalimentare nel decreto Semplificazioni per ciò che concerne la trasparenza dei flussi dell’import e agevolazioni a giovani agricoltori. Per il resto gli imprenditori agricoli si troveranno nei prossimi mesi a fronteggiare non poche sfide, tra cui la Brexit e l’applicazione di dazi. Si ricorda che le esportazioni oltremanica di generi alimentari ammontano a...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2020/09/lattuga_NG10.jpg

Calo significativo della domanda interna relativa ai prodotti della IV gamma (30% nel periodo marzo- luglio), al contrario nel nord dell’Europa ed in particolare nei paesi scandinavi la domanda pare crescere tanto da incidere sul 60% del fatturato. Perché perdiamo così tanto in Italia e poco all’estero? A tentare una risposta è un imprenditore della piana del Sele (Campania) in un’intervista rilasciata alla rivista on line Frashplaza. Demetrio Esposito, responsabile commerciale dell’OP Terramore sita a Eboli...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2020/10/Cibo_distretti.jpg

Tre i progetti presentati dalla Campania sulle venti proposte progettuali al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per il primo bando nazionale dei “Distretti del Cibo”. Il bando finanzierà progetti da 4 a 50 milioni di euro di investimenti che dovranno essere realizzati entro 4 anni .   Il “Distretto agroalimentare di qualità Piana del Sele” ha presentato il progetto “Piana del Sele 2020”, mentre il “Distretto agroalimentare vini di Irpinia” e il “Distretto castagne...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2020/10/Campo-di-fragole.jpg

“A parte qualche difficoltà di marzo, anche da un punto di vista commerciale la campagna fragole è risultata proficua, contraddistinta da una buona richiesta da parte delle catene di supermercati (GDO). Qualche problema lo abbiamo avuto nel reperire manodopera, ma poi per fortuna la situazione è migliorata. Purtroppo è risaputo che questo è il limite della fragolicoltura italiana: abbiamo il capitale per incrementare le produzioni ma manca la forza lavoro”. Così dichiara Baldassare D’Avino direttore...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2020/10/Barbagianni.jpg

Trovato in pessime condizioni è stato salvato a Battipalgia un esemplare di gufo (Tyto alba – conosciuto comunemente con il nome di Barbagianni) non in grado di volare dal personale dell’Accademia Kronos – nucleo provinciale di Salerno. A seguito di una segnalazione, il personale dell’Associazione si è immediatamente recato sul luogo oggetto di segnalazione, precisamente all’interno di una azienda agricola dove effettivamente il volatile, un esemplare adulto presentava una vistosa ferita (presumibilmente da arma da...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2020/01/Vito-Busillo-e-la-rucola.jpg

Un’agricoltura moderna e competitiva in un mondo globalizzato, questa la sfida lanciata da Coldiretti Salerno, guidata da Vito Busillo promotore di un “super distretto” della piana del Sele. Il documento firmato giovedì scorso presso l’assessorato regionale all’Agricoltura prevede la nascita di un distretto agroalimentare di qualità, frutto di una stretta cooperazione tra i consorzi di tutela dei prodotti igp qui coltivati, come la rucola ed il carciofo. L’obiettivo è la crescita sostenibile del comparto ortofrutticolo e del territorio della piana...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/11/aree-italia-enea.jpg

Ore drammatiche per Venezia che si trova ad affrontare la più grande marea dal 1966, ed è in questi momenti che si riaccende il dibattito sull’innalzamento del livello dei mari, un fenomeno in atto in tutto il globo ma particolarmente pericoloso in Italia, vista la conformazione del Paese.  Il 2019 non è cominciato sotto una buona stella visto che solo a gennaio l’Enea,  l’agenzia nazionale di ricerca sullo sviluppo sostenibile, aveva lanciato l’allarme: tra 80 anni...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2019/09/Diossina.jpg

La piana del Sele continua a bruciare, in fiamme rifiuti e sterpaglie che rendono l’aria irrespirabile, e se a questo si aggiungono i miasmi percepiti in prossimità degli impianti di raccolta e trattamento dei rifiuti, posti a confine tra i comuni di Eboli e Battipaglia, la situazione è davvero esplosiva. Appena una settimana fa un rogo di pneumatici a Battipaglia ha oscurato il cielo per diverse ore e diversi sono stati i focolai spenti dai...