Gasolio a domicilio, la Finanza scopre distributore «itinerante»

Gasolio a domicilio, la Finanza scopre distributore «itinerante»

A bordo di un furgone si aggirava nel quartiere fino a sostare in una piazzola nella frazione di Carinola (Caserta), lì ha atteso il cliente giunto per fare il pieno alla sua auto. E' stato così colto in flagranza dalla Guardia di Finanza di Napoli l'uomo che si è inventato un distributore di gasolio 'itinerante'. 

L'uomo aveva trasformato un furgone in un distributore di carburante ambulante, con un serbatoio da mille litri tra i sedili posteriori ed erogatore 'conta litri'.
I finanzieri, durante un servizio di controllo nel Casertano, si sono insospettiti quando hanno notato che il mezzo, con il solo autista a bordo, procedeva lentamente e con il motore sotto sforzo. I militari lo hanno seguito, fino in un una piazzola che si trova in una frazione di Carinola (Caserta). Le fiamme gialle sono intervenute quando un cliente, anch'egli denunciato come il benzinaio 'volante', si è fermato per fare il pieno. Sequestrati 800 litri di gasolio. Analizzando il "conta litri" è emerso che erano stati effettuati migliaia di rifornimenti: da una prima stima l'evasione delle imposte si aggirerebbe sul mezzo milione di euro.

Letto 62 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)