HomeAuthor admin

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2014/08/farinetti.jpg

«Un refuso». Oscar Farinetti (foto) l’ha definita così l’esclusione da un appuntamento promozionale negli Usa di una storica azienda alimentare, la campana “Molini Caputo”, 50 milioni di fatturato e brand arcinoto (il 90% dei pizzaioli usa le sue farine). Un “refuso” fattosi pochi minuti dopo già fantozziana «cagata» (testuale)  peril patron di Eataly.

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2013/05/Pagano_Federico.jpg

«Mancano solo altri piccoli passaggi burocratici ma le carte parlano chiaro: la commissione tecnica incaricata delle verifiche, presieduta dal dottor Capone, ha chiuso l’iter dando esito negativo per la cooperativa Ises di Eboli. Il centro non può essere accreditato per carenza dei requisiti di legge. Intanto l’Asl ha interrotto i pagamenti». Sono parole di Antonio Squillante (foto a destra) direttore generale dell’azienda sanitaria di Salerno, tra le più grandi d’Italia, riferite a Cronache non più tardi...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2014/08/Papa_Alfonso.jpg

La differenza con gli altri detenuti è che è stato possibile telefonargli perché si tratta ancora di un personaggio pubblico. Alle altre decine di migliaia di Alfonso Papa (nella foto, il giorno della scarcerazione dopo il primo arresto)– fresco di scarcerazione dopo 19 giorni di isolamento a Secondigliano- alloggiati in galera prima che un tribunale lo sentenzi, nessuno si sogna di chiamare una volta in libertà. 

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2014/08/Salerno_Camera_Commercio.jpg

Caro direttore, vorrei subito tranquillizzarti avvisando i cinque lettori di Cronache che quanto scriverò non impegna la linea editoriale del giornale -ove non lo ritenga- auspicando, al tempo stesso, che ogni eventuale rappresaglia giudiziaria (siamo pur sempre in Italia, dove tutto è diventato indagine, verbale, processo e manette) venga ordita unicamente nei miei confronti liberandoti dalle responsabilità oggettive che la legge imporrebbe. Entriamo subito in medias res, come dicono gli uomini di mondo.  

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2014/07/Statua_San_Francesco_Paola_Cosenza.jpg

C’era folla lunedì sera dinanzi alla statua di San Francesco di Paola (foto) alle spalle della chiesa di San Vito Martire a Cosenza. L’andirivieni era non solo giustificato ma addirittura obbligato: si trattava di capire quanto fosse fondata la voce che da alcune ore circolava con insistenza per tutta la città. E non solo.  

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2014/07/fannulloni.jpg

E’ l’eterno ritorno del problema italiano per eccellenza: troppi dipendenti pubblici che lavorano poco. E male. Nessuno incide il bubbone, troppo rischio, voti in uscita se soltanto ci si azzardi a pensarlo: anzi, incentivi di 80 euro sono ormai argomento di “rivoluzione politica”. Certo è che a Napoli i record in materia li polverizzano in un batter di ciglia: oltre la metà dei vigili urbani infatti risulterebbe ovunque tranne che sul posto di lavoro. 

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2014/07/Cesaro_Luigi.jpg

La notizia vera sarebbe che un gip ci ha messo tre anni per decidere sulla richiesta di un pm. La notizia che si fa largo tra la cronaca è, invece, che per un altro parlamentare si stanno spalancando le porte del carcere. Certo è che Luigi Cesaro (foto) alias Giggino a’ purpett’, ex presidente della Provincia di Napoli e deputato di Fi, è prossimo -verosimilmente- alla galera.