HomeTag agora

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2018/09/bd3ae3397a346906fa365a98f1c695e4.jpg

Il richiedente asilo deve poter circolare liberamente, senza restrizioni orarie, anche fuori dai regolamenti imposti dalle prefetture: altrimenti c’è il rischio, ove venga sorpreso a non rispettarli, che la sua pratica sia bocciata, infliggendo così un duro colpo all’umanità, all’accoglienza, all’integrazione e bla bla bla. Lo pensano -e lo scrivono- due parlamentari della Campania del Movimento 5 Stelle, Gilda Sportiello e Doriana Sarli, che hanno formalmente chiesto un incontro al prefetto di Napoli all’indomani dei...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2018/08/85c4bf4a17518ae7c18aac91b705bdac.jpg

Domanda: se un’azienda intenzionata ad avviare un’attività che presupponga il rilascio di specifici permessi della pubblica autorità ne risultasse priva, che cosa accadrebbe? Semplice: non se ne farebbe nulla, l’attività non potrebbe mai partire e l’imprenditore si ritroverebbe -come tutti- dinanzi alla scelta o di rinunciare o di procurarsi la documentazione necessaria. E’ l’Abc delle regole, la base per qualsiasi discorso indipendentemente dalla “giustezza” delle prescrizioni imposte dalla legge.

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2018/07/527ede70799b3466fec1c701da379a2f.jpg

Dopo un lungo periodo durato 5 anni in cui il numero delle cooperative sociali in difficoltà è diminuito costantemente, passando da un 39,3% ad un 15%, nell’ultimo anno si registra una inversione di tendenza, con un +4,5% di cooperative sociali in difficoltà (19,5%) e una flessione, seppur lieve, delle imprese con un andamento in crescita (dal 42% al 40% ) e stabile (dal 43% al 40,5%). Lo dice il rapporto Impresa Sociale 4.0 di Isnet...

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2018/06/87a72099ffdf58f8548c1fad1f88bfe5.jpg

Un carico pieno d’oro zecchino si sarebbe detto in altri tempi, quello rinvenuto oggi al porto di Salerno rappresenta il più importante sequestro della “specie” effettuato in questo anno dalla guardia di finanza. Pregiati manufatti d’arte in avorio africano e asiatico, pelli e oggetti di pitone, coccodrillo e varano, ma anche rarissimi coralli e conchiglie, nonché una preziosa anfora di tradizione fenicio-punica, tutto nascosto accuratamente in un container giunto dall’Eritrea.

https://www.eolopress.it/index/wp-content/uploads/2018/06/13d7a3398dc7b388aef2399aed0ae945.jpg

E’ talmente apprezzato nel mondo da essere tra i più imitati e per questo maggiormente a rischio contraffazione, il prodotto made in Sud per eccellenza è la mozzarella di bufala campana dop. A vigilare sulla filiera e non solo è il Consorzio di tutela che, notizia di poche ore fa, ha verificato e segnalato una frode in atto in una nota catena di supermercati a Bruxelles, in Belgio.