DemosSalute“Un sogno per Zaira”, raccolta fondi per sostenere gli interventi chirurgici

Federico Mazza Federico Mazza29/09/2020150

Raccolta fondi per la piccola Zaira, che dalla nascita è affetta da emimelia fibulare, l’assenza totale del perone sinistro e di tutti i sistemi tendineo legamentosi che ne determinano la funzionalità. Inoltre, ha il femore corto, il ginocchio valgo e il piede sinistro in equino. Tale malformazione congenita  limita in tutta la  sua crescita azioni  funzionali importanti che richiedono  una serie di interventi correttivi di allungamento dell’arto sinistro.

Attualmente Zaira è seguita dal dott. Alexander  Kirienko,  un luminare dell’ortopedia pediatrica e delle malformazione degli arti  inferiori, che opera presso la clinica Humanitas  di Milano. Questa patologia comporta una grave diseguaglianza degli arti inferiori  in quanto gli stessi  non hanno un  unico percorso di crescita. La gamba sinistra  di Zaira ha una dismetria di circa 8 cm  rispetto alla gamba destra.

Questo patologia  fino ad oggi  è  stata trattata  con  l’ausilio di tutori,  sia per il giorno che per la notte, fatti realizzare su misura da tecnici specializzati in ortopedia e con  l’utilizzo di scarpe ortopediche modificate con rialzo interno ed esterno. Di conseguenza, sono state necessari continue  sedute di fisioterapia per la correzione del valgo e per l’allungamento dei tessuti molli della fascia esterna della gamba.

Zaira ha forti limitazioni della capacità di deambulare, con difficoltà di equilibrio. Questa condizione, se non  trattata con i dovuti interventi chirurgici,  comporta gravi problemi all’anca e alla schiena. Per questo motivo, dopo aver consultato  i migliori ortopedici, è stato consigliato un primo intervento di allungamento dell’ arto sinistro inferiore  con una nuova tecnica all’avanguardia che  consiste nell’inserimento di  un chiodo endomidollare all’interno del femore sinistro, al posto del fissatore esterno di ILIZAROV il quale provoca  maggiori complicazioni  nel decorso post operatorio e nel post  allungamento.

Purtroppo, per questa nuova tecnica,  introdotta nel 2014 , non è prevista la copertura  da parte dell’ assistenza sanitaria nazionale, nonostante l’interessamento costante  delle associazioni di categoria in atto. Per quanto descritto, e considerato  “l’ attuale abbandono” da parte dello Stato,  il padre di Zaira ha preso in considerazione una attività di raccolta fondi per sostenere le spese sanitarie della bimba e per garantire una migliore riuscita dell’ intervento ma che garantisce anche minor sofferenze.

Alla campagna ha aderito anche il sindaco di Eboli Massimo Cariello: “Aderisco convintamente a questa campagna #gofundme perché Zaira, che è la meravigliosa figlia del mio carissimo amico Salvatore, è figlia di Cava ma è anche figlia di Eboli. Zaira e tutti i bimbi come lei sono figli di ognuno di noi. Faccio appello al cuore grande degli ebolitani e vi invito a sostenere questa causa che permetterà di accompagnare Zaira verso il suo cammino“.

Per aderire alla campagna “Un sogno per Zaira” clicca qui

 

 

Federico Mazza

Federico Mazza

Esploratore gastronomico

Lascia un commento