IN CITTA'Salute“Raggi di sole” per vincere sul cancro: dai tutorial alle mascherine

Una task force al femminile per affiancare le donne malate di cancro è quanto realizzato dall’associazione “Raggi di sole” che al fianco del personale medico-sanitario in questo tempo di drammatica emergenza da coronavirus scende in campo per offrire il proprio supporto, oggi che le cure e l’assistenza è ancora più complicata.

L’associazione, nata dalla tenacia e dalla caparbietà dalla ebolitana Lucia Lodi, che nonostante il cancro ha deciso di dedicare il suo tempo a quante convivono con un tumore, continua nel suo percorso di sostegno alle donne mobilitando un team tutto al femminile composto da Valentina D’Alessandro (stilista), Francesca Ragone (makeup & style coach), Marina Antonucci (fashion creator), Anna Serriello (associazione Wonder Tortilla). E’ attraverso la loro collaborazione che l’associazione “Raggi di Sole” usa l’arma della bellezza per combattere il cancro affidandosi a professionisti del settore. 

La Looktherapy  suggerita da Francesca Ragone, da anni, al fianco delle donne, consulente di immagine per il percorso “Dedicati incontri per prendersi cura di sé”, è attiva già in diversi ospedali promossi da ACTO. Come founder del brand Beyouty ha prodotto dei tutorial dedicati alle donne malate di cancro: il primo è stato dedicato all’uso del foulard perché uno dei primi effetti delle cure chemioterapiche è la caduta dei capelli.
Rivelare la bellezza dell’anima per far sì che ogni donna ritrovi la propria immagine guardandosi allo specchio, questo l’obiettivo comune a cui l’associazione tende con il progetto “Vita Mia”, ossia l’attivazione nei reparti oncologici di “sale di bellezza”, dove le donne possano ricevere consigli utili preservare il proprio aspetto fisico con parrucche, trucco, abbigliamento.

“La malattia che spesso lascia i suoi segni sul corpo, primo nucleo dell’identità personale, modifica l’immagine che si ha di se stessi e quella che il mondo ha di noi, pertanto è necessario abbattere alcune barriere per ribadire la propria identità, per riconoscersi anche dopo un trauma così devastante. La cura della persona, l’attenzione alla bellezza esteriore sono uno strumento molto importante per aiutare le donne ad affrontare la malattia e le conseguenze fisiche, psicologiche e relazionali. Una donna che riesca a sentirsi bella, nonostante il cancro, riceve una spinta tale che agevolare e spesso favorisce il percorso terapeutico”, questo Lucia Lodi ribadisce in più occasioni, affiancata da un affiatato gruppo di amici quali Giovanna Albano, Mariagrazia Mastrolia, Rosaria De Caro, Edelweiss Consalvo, Arturo Calabrese, Vincenzo Carusi Abbamonte e Flavio Gioia. 

Con il generoso sostegno di benefattori, liberi professionisti e aziende, è stato possibile avviare in Campania il progetto “Vita Mia”, ed è grazie alla solidarietà di uomini e donne che oggi l’associazione “Raggi di sole” promuove la realizzazione di mascherine dedicate ai reparti oncologici. 
Valentina D’Alessandro (foto a sx), Anna Serriello e Marina Antonucci (foto a dx) hanno regalato stoffe e tessuti e da giorni sono a lavoro le sarte Emiliana Turi ed Angela Tesauro per la realizzazione di mascherine di protezione, che saranno donate al reparto oncologico dell’ospedale Cardarelli di Napoli, al reparto di senologia oncologica della casa di cura Salus di Battipaglia e alla Breast Unit dell’ospedale di Pollena Trocchia (NA).
Queste mascherine sono realizzate con tessuti di qualità e dal design originale.

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento