ARCHIVIOCovid-19: Campania, quasi 500 positivi al test

Ventisei nuovi casi di coronavirus, e il totale in Campania sale a 486. L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che stamane, presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno, sono stati esaminati 125 tamponi, di cui 26 risultati positivi. Come per gli altri fino ad oggi esaminati, si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità.

Intanto questa mattina il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità, Francesco Emilio Borrelli ha raggiunto Eboli ed incontrato il dott. Giolitto, dirigente del reparto di malattie infettive, a seguito di alcuni casi di coronavirus registrati nella struttura ospedaliera. Dall’incontro la richiesta urgente di dotare la struttura di una serie di attrezzatura indispensabili per garantire l’assistenza ai malati di covid-19 ricoverati sia per la sicurezza di chi opera. 

Oggi, inoltre, entra in vigore il nuovo modello di autocertificazione varato dal Ministero dell’interno per evitare che persone in quarantena vadano in giro, come verificatosi negli ultimi giorni.   

Cambia, dunque, il modulo in vigore da oggi, comprensivo di “una nuova voce con la quale l’interessato deve autodichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 1, comma 1, lett oc) del D.P.C.M. 8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus “COVID-19”. Il nuovo modello prevede anche che l’operatore di polizia controfirmi l’auto- dichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In tal modo il cittadino viene esonerato dall’onere di allegare copia del documento d’identità.

La Caritas di Teggiano- Policastro, infine, ha annunciato la produzione di mascherine per i presidi ospedalieri Luigi Curto di Polla, diretto dal dottor Luigi Mandia e Maria SS. Addololarata di Eboli, diretto dal dottor Mario Minervini, e per quanti ne hanno bisogno. Il dispositivo di sicurezza sarà confezionato con l’aiuto di alcune imprese sartoriali del territorio e il supporto della Protezione Civile Vallo di Diano, il dispositivo di sicurezza sarà confezionato con tutti i criteri e le condizioni previste dalla legge.

 

 
Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento