AGORA'SaluteCovid-19, Campania: il virus avanza, aumentano i contagi

In Campania continua a salire il numero di contagiati da Covid- 19, sono 350 finora i casi risultati positivi come conferma la nota diffusa dall’ Unità di crisi della Regione Campania. 
Si legge come nella “nella mattinata odierna sono stati esaminati presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno 127 tamponi . Di questi 17 sono risultati positivi. Come per gli altri fino ad oggi esaminati, si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità”.

Totali positivi in Campania: 350
Deceduti: 9 (3 Asl Napoli 1; 1 Asl Napoli 2; 3 Provincia di Caserta; 1 Provincia di Avellino; 1 provincia di Salerno)
Guariti: 28 (3 Totalmente guariti e 25 “clinicamente guariti”, ossia diventati asintomatici ma in attesa dei due tampini negativi di conferma).

Intanto si è deciso di mettere in quarantena l’intera popolazione di Ariano Irpino nell’avellinese, dove è fatto divieto di entrata e uscita. Quattro i Comuni nel Salernitano che hanno subito lo stesso provvedimento firmato in tarda serata: Sala Consilina, Polla, Atena Lucana e Caggiano (Vallo di Diano). “Si è ritenuto indispensabile e urgente applicare una misura rigorosa per isolare il focolaio”, è solo una delle ultime ordinanze firmate dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca: “Chiediamo a tutti i cittadini – ha continuato – di collaborare per il contenimento del contagio, nel rispetto di questa e delle altre ordinanze”

Rapido il contagio da Coronavirus che sta mettendo in allarme anche l’intero territorio della provincia salernitana. I numeri si aggiornano di ora in ora e negli ultimi giorni i primi casi di contagio si registrano a macchia di leopardo in tutto il Salernitano. Presso l’ospedale cittadino Ruggi di Salerno, come rende noto la Tv Medica, è risultata positiva al Covid- 19 una donna che era giàstata ricoverata dal 9 marzo scorso nel reparto di medicina ed ora posta in isolamento agli infettivi. L’altra persona è un uomo che è stato sottoposto nei giorni scorsi ad un intervento chirurgico al cuore e che proveniva dal reparto di emodinamica di Eboli. Si è scoperto che era stato a Codogno: il paziente ora si trova in isolamento in una stanza della torre cardiologica. Le persone che sono state a contatto con i due pazienti sono state intanto messe in quarantena. Difficile ricostruire la catena dei contatti ma è a ciò che si punta per arginare il virus. “La situazione, ad ogni modo, appare sotto controllo” per il direttore sanitario del Ruggi di Salerno, Angelo Gerbasio. 

Ad Eboli due nuovi casi di Covid 19,  una 55enne, fisioterapista presso il Campolongo hospital e un anziano, che nei giorni scorsi avrebbe avuto contatti con il diacono 76enne morto a Bellizzi con il Covid-19. 
Il primo caso ad Eboli è stato scoperto lo scorso 6 marzo su una signora di Pompei, ricoverata nella struttura del Campolongo Hospital per un intervento all’anca. La donna avrebbe cominciato ad accusare i sintomi di una polmonite e per questo trasferita all’ospedale Maria S.s. Addolorata.  Dopo il primo consulto in Pronto soccorso, la paziente è stata trasferita in Radiologia. Ha fatto la tac, le radiografie e poi è stata ricoverata nel reparto di Medicina. Solo in tarda serata si è scoperto che la donna riceveva periodiche visite dal figlio che lavorava a Milano. In quarantena l’intero reparto del Campolongo Hospital e dell’ospedale cittadino con medici e infermieri finiti in isolamento: in totale, circa 40 persone.

Oltre alla 72enne di Pompei anche le altre due pazienti con cui aveva condiviso la stanza nella struttura sanitaria costiera sono risultate positive al coronavirus. Oggi è giunto anche il risultato del test per una fisioterapista 55enne, positiva al tampone e che già da qualche giorno era in isolamento fiduciario dopo una forte polmonite. L’Asl e la struttura sanitaria hanno assicurato che tutte le procedure di sicurezza sono state attivate per isolare il contagio.     

 

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento