TurismoBellezze salernitane: oltre 50 mila visitatori nei siti museali. In vetta la villa romana a Minori

Erika Muscariello Erika Muscariello14/11/2019134

Aumentano i turisti a Salerno e nella sua vasta provincia, culla di antiche civiltà, ricca di monumenti, borghi e paesaggi incontaminati, e ciò è confermato anche dai dati diffusi oggi dalla Soprintendenza ABAP in provincia di Salerno: 51.191 sono coloro che nei primi 10 mesi del 2019 hanno visitato i siti museali del Salernitano. 

Traccia un bilancio positivo la soprintendenza, registrando da parte del pubblico un interesse sempre maggiore per i musei archeologici “minori”.
In vetta alla classifica dei siti più visitati c’è la villa romana di Minori (nella foto in alto) con 26.992 visitatori. 

A Salerno si conferma il complesso monumentale di San Pietro a Corte che con l’Ipogeo e la Cappella Sant’Anna ha fatto registrare ben 20.920 visitatori.
Bene anche per i musei archeologici.
Con 2.870 visite il museo archeologico nazionale di Volcei “M.Gigante” di Buccino registra un trend positivo rispetto al passato, e nel periodo giugno/ottobre 409 sono state le presenze al Masc (museo archeologico di Sala Consilina, riaperto al pubblico nel settembre 2018 con un allestimento nuovo ed ampliato rispetto al primo nucleo espositivo inaugurato nel 1982, in un’ala del convento dei Padri Cappuccini, risalente al XVI secolo, inserito nel complesso denominato “Polo Culturale Cappuccini” di proprietà comunale. 

Musei e Siti archeologici che resteranno aperti, come sempre, con i consueti orari anche domenica 1 dicembre 2019, durante l’iniziativa di “Domenica al Museo” introdotta nel luglio del 2014 dal Ministro per i beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini

*In copertina foto di Lello Danna

Erika Muscariello

Erika Muscariello

Lascia un commento