DemosIN CITTA'Ciclopedalata benefica “Io dono”, ospiti tamburini e sbandieratori del centro Elaion

Sono giunti a Lioni da tutta Italia in bici per prendere parte alla ciclopedalata benefica “Io dono” per sensibilizzare sul tema della donazione degli organi e la lotta alle malattie rare.
In sella alla due ruote i partecipanti, circa 500, hanno attraversato alcuni Comuni dell’Alta Irpinia e dell’Ufita, con soste programmate per ascoltare le testimonianze sul trapianto di organi e sulle malattie rare. Ad accogliere i partecipanti all’arrivo il gruppo di sbandieratori e tamburini “porta Santa Caterina” del centro di riabilitazione Nuovo Elaion di Eboli.

La sesta edizione de “Io dono- l’Irpinia per la vita”, la ciclopedalata non agonistica promossa per la sensibilizzazione per la donazione degli organi e delle malattie rare, ha registrato quest’anno numerose adesioni tanto che gli organizzatori hanno dovuto rafforzare le misure di ordine pubblico, per consentire il tour nella massima sicurezza.

Appuntamento domenica 11 agosto alle ore 8,30 in piazza della Vittoria. Impegnati oltre 40 volontari dell’associazione, fra cui il presidente Giambattista Capasso, il presidente della Società Italiana di Nefrologia Loreto Gesualdo, il campione della nazionale paraolimpica ciclismo Leonardo Melle, il campione nazionale medaglia d’oro nel 2015 Carlo Calcagni, e tantissimi amministratori locali.

L’evento ha visto coinvolta attivamente anche la Diocesi di Sant’Angelo dei Lombardi, la Sin- Società Italiana di Nefrologia, i Comuni della provincia di Avellino, l’associazione Nazionale Emodializzati, la fondazione La Nuova Speranza, e infine il sostegno del volontariato ed il contributo dei centri di emodialisi irpini.

Alle ore 21 concerto dei ragazzi del Centro di Integrazione “GIADA” InSuperAbili, con la presenza di stand enogastronomici a cura del Circolo Ricreativo di Santa Maria del Piano.

Redazione Eolopress

Lascia un commento