DicelaleggeArmi, dall’UE nuove restrizioni per i possessori

Con l’approvazione del D.lgs 104 del 2018 l’Italia recepisce la nuova Direttiva Europea Armi che, a sua volta, introduce una disciplina più restrittiva per i possessori di armi. In particolare viene rivista la disciplina delle armi c.d. “demilitarizzate” e delle armi in grado di sparare più di 21 colpi nel caso delle armi corte e 11 nel caso di armi lunghe. Vediamo, nell’articolo che segue, cosa prevede da oggi la nuova disciplina.

Con l’approvazione del D.lgs. 104 del 2018 in Italia viene modificata, in modo assai radicale, la disciplina generale in materia di armi. La nuova direttiva europea che viene recepita grazie all’approvazione del Decreto legislativo di cui sopra, introduce una nuova disciplina per i detentori delle armi c.d. demilitarizzate che rientrano nella cat. A6 e viene introdotta la nuova cat A7. Con arma demilitarizzata, ricordiamolo, si intende quell’arma il cui aspetto rimane assolutamente fedele all’originale in uso alle Forze Armate ma il cui funzionamento viene modificato, passando da un meccanismo di sparo automatico (e quindi a raffica) ad uno semiautomatico, che ben conosciamo.

La nuova disciplina prevede, per chiunque abbia acquistato armi rientranti nelle categorie di cui sopra dopo la data del 13 Giugno 2017 (data di approvazione da parte dell’UE della Direttiva Europea Armi) l’obbligo di dimostrare l’effettiva iscrizione ad una struttura sportiva di tiro riconosciuta dal CONI. Ricordiamo in questa sede come, all’interno sia del testo della Direttiva Europea Armi sia del D.lgs con il quale la direttiva è introdotta ed adottata nel nostro paese, non vi sia un riferimento a quelli che potrebbero essere un numero minimo di gare a cui partecipare od un minimo di sessioni di tiro a cui partecipare.

A questo punto suggeriamo agli appassionati che abbiano effettuato tali acquisti dopo la data del 13 giugno 2017 di accertare l’effettiva e valida iscrizione ad una struttura come quella menzionata sopra ed in particolare di conservare in modo meticoloso le attestazioni di avvenuta iscrizione in modo tale da sottoporle all’attenzione delle forze dell’ordine durante un eventuale controllo.

Fonte: All4shooters_Corrado Maria Petrucci_ consulente legal

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento