AGORA'Maltempo, Campania: frane e smottamenti in tutta la regione

Continuano le precipitazioni sull’intera regione e la protezione civile nel suo ultimo comunicato informa che alto è il rischio di frane e smottamenti, nonostante la vigente criticità idrogeologica di colore Arancione passi al livello Giallo.


“A partire dalle 22 e fino alle ore 8 di domani mattina le precipitazioni si andranno ad attenuare, ma permane il rischio di frane e smottamenti”. “In particolare – si legge nel testo – insisteranno, sull’intero territorio ‘Condizioni di rischio residuo per il transito dei deflussi nei corsi d’acqua regionali, anche in assenza di precipitazioni, che possono determinare locali criticità. Possibili cadute massi. Occasionali fenomeni franosi, anche rapidi, legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili (anche a causa degli effetti indotti dai numerosi incendi boschivi verificatisi sul territorio regionale), per effetto della saturazione dei suoli, seppur – precisa ancora il comunicato istituzionale – in assenza di precipitazioni’.
“Fino alle 22, su tutta la Campania resta in vigore la criticità idrogeologica Arancione”. “La Protezione civile regionale – conclude la nota – avverte le amministrazioni locali e gli enti competenti che stanno circolando in rete false allerte meteo. Si invita ad attenersi scrupolosamente ai comunicati ufficiali, agli avvisi diramati dalla Sala operativa regionale e agli aggiornamenti pubblicati sul sito della Regione Campania all’indirizzo http://bollettinimeteo.regione.campania.it”.
“Resta attivo il monitoraggio h24 del Centro Funzionale e della Sala Operativa. Considerato il permanere dell’allerta, vanno tenute in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni”.

Da questa mattina violenti acquazzoni si stanno abbattendo anche sul Salernitano, dove l’agro sarnese nocerino e la costiera amalfitana sono le zone maggiormente colpite. Vigili del fuoco a lavoro nei comuni di Scafati e Angri, dove si sono registrati numerosi allagamenti: scantinati invasi dall’acqua e persone intrappolate nelle auto. Si registra poi uno smottamento tra Tramonti e Ravello.

Intanto l’apertura dell’anno scolastico è slittata in diversi comuni del Salernitano: nel capoluogo, a Sarno, a Pontecagnano Faiano, a Minori e Maiori.

Per quanto riguarda i centri fortemente urbanizzati, va attenzionata anche corretta tenuta del sistema fognario e di smaltimento delle acque reflue”. Il presidente De Luca segue l’evolversi della situazione.

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento