MercatoDall’Europa nuovi fondi per le imprese del Mezzogiorno

Pioggia di nuove risorse finanziarie per le Pmi del Sud e delle isole, un miliardo e duecento milioni destinati alla piccola e media impresa del Mezzogiorno d’Italia. E’ il risultato della “Iniziativa Pmi” (Sme Initiative) lanciata oggi a Roma dal ministero dello Sviluppo economico, Commissione europea e Gruppo Bei (Bei e controllato Fei).

L’Italia è il primo tra gli Stati membri dell’Unione europea a concretizzare il nuovo programma di accesso al credito previsto dalla programmazione 2014-2020 dell’Unione europea utilizzando lo strumento della cartolarizzazione.
L’iniziativa Pmi rappresenta uno strumento finanziario previsto dalla nuova regolamentazione sui Fondi Strutturali e di Investimento Europei (Fondi Sie) che permette di combinare i fondi gestiti a livello nazionale (o regionale) con risorse del programma europeo Cosme (Programme for the Competitiveness of Enterprises and Small and Medium-sized Enterprises) e risorse del Gruppo Bei. L’Italia ha messo a disposizione di questo progetto 100 milioni di Fondi strutturali Fesr, a cui il Governo ha aggiunto altri 102,5 milioni: 202,5 milioni in tutto di contributo statale.

Grazie all’innovatività dello strumento finanziario Iniziativa pmi, basato sulla tecnica della cartolarizzazione di crediti esistenti e grazie all’intervento di Bei e Fei, circa 1,2 miliardi di nuovi prestiti a tassi favorevoli saranno erogati a pmi operanti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento