pianadelseleMatteo Salvini a Battipaglia, tra applausi e contestazioni

Giunto in anticipo rispetto alla tabella di marcia il leader della Lega nord Matteo Salvini è arrivato oggi pomeriggio nella piana del Sele a sostegno della candidatura a sindaco di Battipaglia di Guglielmo Marchetta, esponente delle forze dell’ordine alla guida della lista “Noi con Salvini”.

{source}
<script async src=”//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js”></script>
<!– Sottotop menu –>
<ins class=”adsbygoogle”
 style=”display:inline-block;width:694px;height:90px”
 data-ad-client=”ca-pub-5807540174219874″
 data-ad-slot=”2846875425″></ins>
<script>
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
</script>
{/source}

Dal palco allestito in piazza della Repubblica il leader del Carroccio ha parlato di immigrazione e di lavoro, suoi cavalli di battaglia. “Dopo i campi rom con la ruspa abbatteremo i centri sociali. Andate a farvi le canne da qualche altra parte”. Matteo Salvini risponde così dal palco a un gruppo di giovani contestatori. “Significa che stiamo dando fastidio a qualcuno. Ma forse voi non avete i problemi della legge Fornero. Se andremo al potere noi aboliremo questa legge infame”.
Non sono mancati, dunque, momenti di tensione durante il comizio, ma l’europarlamentare è riuscito a tener testa ai fischi, strappando applausi e sorrisi dei suoi sostenitori. Salvini ha poi invitato a sostenere Marchetta, promettendo massimo impegno nell’amministrazione della città.
Gran lavoro dunque per le forze dell’ordine, che fin dal primo pomeriggio hanno blindato la piazza su ordine della Prefettura. Prima del comizio, infatti, il palco era stato ricoperto di escrementi.

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento