CronacheL’amore finisce e lui non si rassegna, arrestato a Polla

Finisce agli arresti domiciliari un imprenditore di Polla (Sa) ritenuto responsabile di atti persecutori e comportamenti molesti nei confronti di una donna, originaria di Giffoni Sei Casali, con cui aveva avuto una relazione, finita però lo scorso gennaio. Da quel momento sono cominciati i pedinamenti, le telefonate, i messaggi e le lettere minatorie da parte dell’uomo.

 {source}
<script async src=”//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js”></script>
<!– Sottotop menu –>
<ins class=”adsbygoogle”
 style=”display:inline-block;width:694px;height:90px”
 data-ad-client=”ca-pub-5807540174219874″
 data-ad-slot=”2846875425″></ins>
<script>
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
</script>
{/source} 

Nel tardo pomeriggio di giovedì, i carabinieri della stazione di Giffoni Sei Casali, alle dipendenze della Compagnia di Battipaglia, hanno tratto in arresto l’imprenditore T.P., 38enne, in esecuzione dell’ordinanza applicativa degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Salerno, in quanto ritenuto responsabile di atti persecutori continuati e violenza privata.
I militari, a seguito delle denunce sporte da un’imprenditrice 40enne di Giffoni Sei Casali, con la quale l’uomo aveva avuto una relazione sentimentale, hanno raccolto inconfutabili elementi di colpevolezza a suo carico, il quale, mosso da accecante gelosia per l’interruzione del rapporto, aveva posto in essere, dallo scorso mese di gennaio, una serie continuata di comportamenti molesti, tali da generare nella donna un perdurante stato d’ansia e paura. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la sua abitazione in regime detentivo.

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento