Turismo«Cilento Blu»: al via i bandi per i collegamenti estivi

Al via i bandi per Cilento Blu Club, progetto che si propone di dare vita ad un sistema integrato di trasporto con la mobilità su ferro/gomma che consenta di collegare città del Centro-Nord Italia (Torino, Milano, Bologna, Firenze, Roma) con il Cilento, e con la mobilità via mare per mettere in relazione la fascia costiera cilentana con le città di Napoli e Salerno, la costiera amalfitana e l’isola di Capri.

{source}
<script async src=”//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js”></script>
<!– Sottotop menu –>
<ins class=”adsbygoogle”
 style=”display:inline-block;width:694px;height:90px”
 data-ad-client=”ca-pub-5807540174219874″
 data-ad-slot=”2846875425″></ins>
<script>
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
</script>
{/source}

Dal punto di vista strutturale, il progetto si articola quindi su due linee principali: la mobilità su ferro che potrebbe portare al prolungamento di treni ad Alta Velocità fino a Sapri e al potenziamento dei treni regionali sulla tratta Salerno – Sapri; la mobilità via mare che prevede l’implementazione dei collegamenti marittimi mettendo in relazione la fascia costiera cilentana con le città di Napoli e Salerno, la Costa Amalfitana e l’Isola di Capri.
L’Ept di Salerno, soggetto attuatore del progetto, ha avviato le procedure amministrative previste dalla normativa comunitaria, statale e regionale per l’affidamento dei servizi.
“Si tratta – ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo Corrado Matera – di una grande opportunità per valorizzare le potenzialità dell’area sud della Campania. Con Cilento Blu Club si rilanciano le tradizioni, i sapori, l’ospitalità, il mare e la storia per attrarre i turisti che da quest’anno potranno raggiungere con maggiore faciltà e comfort le località del Cilento”.

Dal punto di vista strutturale, l’intervento promosso dalla Regione Campania e finanziato con risorse proprie e con fondi del Mibact si articola su tre linee principali:

  1. Mobilità su ferro AltaVelocità/gomma  attraverso i collegamenti ferroviari Alta Velocità + Bus; periodo di attivazione: 1 giugno  – 30 settembre  2016;
  1. Mobilità su ferro con l’implementazione di un treno regionale di Trenitalia  sulla tratta Napoli – Salerno – -Capaccio Paestum – Agropoli – Vallo della Lucania – Ascea – Pisciotta -Sapri, in coincidenza con i treni ad alta velocità provenienti dalle città del Centro-Nord Italia. Periodo di attivazione: 1 giugno  – 30 settembre  2016;
  1. Mobilità via mare con l’attivazione  di collegamenti marittimi che mettono in relazione la fascia costiera cilentana con le città di Napoli e Salerno, la Costa Amalfitana e l’Isola di Capri.


I collegamenti marittimi riguarderanno le seguenti tratte e funzioneranno dal 1 luglio al 31 agosto  2016:

Linea 1:   Salerno – Costa del Cilento

collegamenti A/R da Salerno per Agropoli, San Marco, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro Camerota; linea attiva il sabato e la domenica.

Linea 2:   Cilento-Costa d’Amalfi

collegamenti A/R da Salerno per Agropoli, San Marco, Amalfi, Positano, (coincidenza per Capri); linea attiva dal lunedì al venerdì.

Linea 3/A:  Sapri- Capri – Napoli

collegamenti A/R da Sapri per Camerota, Pisciotta, Casal Velino, Capri e Napoli; linea attiva il martedì, mercoledì e giovedì.

Linea 3/B:   Sapri – Capri – Napoli

collegamenti A/R da Sapri per Palinuro, Acciaroli, San Marco, Capri e Napoli;

collegamenti attivi il lunedì e venerdì

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento