CulturaEboli, biblioteca dei Cappuccini: cinque secoli di sapienza e bellezza

Impressionante: non c’è aggettivo più appropriato per descrivere la bellezza, la quantità e la rarità dei libri che si trovano all’interno della biblioteca dei padri Cappuccini, ubicata nei locali del convento di San Pietro alli Marmi ad Eboli (Sa). 

{source}
<script async src=”//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js”></script>
<!– Sottotop menu –>
<ins class=”adsbygoogle”
style=”display:inline-block;width:694px;height:90px”
data-ad-client=”ca-pub-5807540174219874″
data-ad-slot=”2846875425″></ins>
<script>
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
</script>
{/source}


Questa biblioteca è poco conosciuta ma contiene volumi, interessanti quanto rari. I libri raccolti vanno dal 1500 al 1900 d.C. circa, ma non si conosce esattamente il numero preciso, perché a tutt’oggi non è stato ancora completato l’inventario. I volumi sono, per ora, classificati in base all’argomento: storia, letteratura, teologia, diritto e ascetica. Oltre ai libri nei locali della biblioteca sono conservati molti giornali antichi, tra i quali una nutrita collezione de L’Osservatore Romano.

Negli ultimi anni, grazie alla collaborazione del circolo “Silaris” Legambiente di Eboli, alle donazioni di alcuni privati ed al lavoro instancabile del cav. Franco Manzione, si è proceduto ad una prima sistemazione delle scaffalature e dei locali che ospitano la biblioteca, con interventi agli infissi e alle pareti.
Non posso far altro che invitarvi a visitare questo luogo che è, non solo dimora del nostro passato, ma anche dimora del pensiero dei nostri avi. “Medicina per l’anima”, si legge all’ingresso della biblioteca di Tebe.
Alessio Scarpa

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento