AGORA'Pompei: audizione commissione speciale della Regione Campania

Su indicazione del presidente della IV Commissione speciale “Sburocratizzazione e informatizzazione della pubblica amministrazione” Pasquale Sommese e la vice Antonella Ciaramella si è svolta oggi un’audizione con tutti i sindaci e gli attori dell’Unità Grande Pompei in merito alle criticità sollevate dal comune di Pompei circa la proposta del Gruppo FS di realizzare un HUB ferroviario e la Buffer zone.

 

Obiettivo della IV Commissione speciale è prima di tutto una dimensione amministrativa “leggera” cui poter fare riferimento, “i cardini dell’azione istituzionale cui si impronta il nostro impegno – dice il presidente Pasquale Sommesesono i principi della concretezza e soprattutto della semplificazione delle procedure nel rispetto della qualità e dell’efficacia delle politiche pubbliche. E’ nostro fermo intento fin dall’insediamento della IV Commissione – dichiara la vicepresidente Antonella Ciaramellapromuovere un efficace piano di semplificazione nella formazione nazionale e regionale a beneficio dei comuni. E soprattutto il dialogo tra le parti. La Regione Campania può affiancare e agevolare le direttive del quadro nazionale proprio utilizzando la IV Commissione speciale quale strumento interdisciplinare di coordinamento e sburocratizzazione procedurale”.

Ancora il presidente della Commissione, Sommese: “L’audizione di oggi è voluta per percorrere una possibilità di utilizzo di utili strumenti normativi, di concertazione e confronto su proposte coerenti e strategiche con il coinvolgimento delle autonomie locali. L’obiettivo è dunque puntare a dare risposte e supporto alle autonomie che devono poter guardare verso un orizzonte meno localistico, a beneficio dei loro territori. “Questa è una delle mission strategiche per le quali la Commissione è stata costituita. La consigliera Ciaramella ha poi aggiunto: “Si conferma oggi al tavolo dell’audizione dinanzi ai sindaci e agli attori del progetto Grande Pompei – la funzione centrale della Commissione: agevolare l’applicazione in Campania delle direttive nazionali emanate dal Parlamento con la legge 124/2015 e dal Governo con i decreti sulla semplificazione amministrativa, norme che perseguono i principi della concretezza e della semplificazione delle procedure nel rispetto della qualità e dell’efficacia delle politiche pubbliche, con una riduzione della spesa e una crescita della qualità degli interventi.” “Ã nostra ferma intenzione – conclude la Vicepresidente Ciaramella – mettere in campo uno sforzo che possa agevolare cittadini e imprese, attraverso un sistema produttivo più funzionale, la semplificazione anche all’accesso di opportunità di investimento di capitali pubblici, la riduzione dei tempi burocratici, la massima fruibilità e accessibilità di documentazione e servizi da e per la PA, con la possibilità, non secondaria, di recuperare margini di reinvestimento dei capitali liberati grazie, appunto, all’innovazione e al recupero del digital divide. Un lavoro che vogliamo portare avanti in costante intesa con tutte le forze politiche presenti in Consiglio, nel rispetto dei singoli ruoli e competenze, attesa la trasversalità dei temi della Commissione stessa.”

 

 

Redazione Eolopress

Lascia un commento