TurismoSi apre il carnevale con la festa di Sant’Antonio Abate

carnevale-montemarano

Come ogni anno sarà la festa di Sant’Antonio Abate ad aprire il carnevale di Montemarano in provincia di Avellino, il prossimo 17 Gennaio e come ormai tradizione vuole un grande falò illuminerà fino al mattino le strade e le piazze cittadine. 

 

In questo giorno era tradizione nel Comune offrire in onore del Santo un maialino (fonte associazione Promontemarano) che poi girava liberamente per le vie del centro. Era alimentato da tutti i devoti e passava la notte nelle stalle messe a disposizione dai rispettivi proprietari. Era ed è tutt’ora tradizione l’accensione di un gran falò in piazza, la mattina della festa. Il falò dura tutta la giornata, e a sera i fedeli sono soliti portare a casa un po’ di race in segno di devozione.

Il carnevale ha inizio, dunque, con la ricorrenza di Sant’Antonio Abate il 17 gennaio (“a Santantuono maschere e suoni”) e ha termine la domenica successiva alle ceneri con il “Carnevale morto”, allorquando, dopo il commiato funebre-ironico da Carnevale, ci si lancia in un’ultima danza sfrenata fino alla rottura, a notte inoltrata, della “Pignata”,dalla quale fuoriescono biscotti e dolciumi, che simbolicamente rappresentano un buon auspico per la primavera che si approssima.

 

 

 

 

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento