ARCHIVIOEboli, Campolongo Hospital: interrogazione dei Liberi e Riformisti

Campolongo Hospital Eboli

EBOLI (SA)- Dal gruppo dei “Liberi e Riformisti” riceviamo e pubblichiamo: «I sottoscritti Consiglieri Comunali Petrone, Marisei, Campagna, Cicalese

 

PREMESSO

che il Campolongo Hospital (nella foto dal sito ufficiale della struttura sanitaria) è un’importante struttura sanitaria della città di Eboli da sostenere e promuovere per la rilevanza del servizio che eroga; che nella stessa struttura opera personale altamente qualificato e che i servizi erogati incontrano il riconoscimento degli utenti; che è necessario mettere ordine tra i vari procedimenti, anche di natura urbanista, di cui il Campolongo Hospital è stato oggetto negli ultimi anni e fare chiarezza sulla legittimità degli stessi; che è necessario verificare il rispetto dei rapporti di natura concessoria e contrattuale, tra il Comune di Eboli e il Campolongo Hospital, diretti a ssotenere l’economia locale el’occupazione; che circolano voci preoccupanti circa un futuro depotenziamento del plesso ospedaliero nell’ambito della riorganizzazione del sistema sanitario regionale; che lo sviluppo di questo presidio ospedaliero, nell’ambito della razionalizzazione della spese sanitaria regionale, non può avvenire a discapito dell’Ospedale di Eboli, ma occorre individuare percorsi trasparenti di armonizzazione tra i servizi che le due strutture erogano; che questa materia deve essere oggetto di discussione ed approfondimento in Consiglio comunale onde evitare che si continui a farne materia di pochi che ne discutono riservatamente;

CHIEDONO DI SAPERE

Se è vero che sono stati concessi negli ultimi 8 anni permessi edilizi all’Ospedale di Campolongo per ampliamenti vari e se sono state rispettate tutte le disposizioni normative; A quanto ammonta la superficie di terreno demaniale in proprietà, concessione o in possesso dell’ospedale di Campolongo; Se sono state rilasciate autorizzazioni per consentire al detto ospedale l’aumento del numero dei posti letto ovvero provvedimenti che hanno consentito il raggiungimenti di questo scopo; Se è vero che i posti letto previsti per l’ortopedia nell’Ospedale Unico della Valle del Sele sono meno della metà di quelli dell’ospedale di Campolongo; Se è vero che i malati ricoverati presso l’Ospedale di Eboli vengono dimessi e accompagnati presso l’Ospedale di Campolongo per essere nuovamente ricoverati; Se è vero che l’ospedale di Eboli è dotato di un gruppo di riabilitatori e di un direttore al quale non viene data la possibilità di esercitare il proprio compito e di ciò beneficia l’Ospedale di Campolongo; Se è vero che gran parte della riabilitazione potrebbe farsi a domicilio, sollevando i cittadini dal peso del ricovero, con un costo di euro 44 di gran lunga inferiore ai 230-260 euro previsti per un posto letto all’Ospedale di Campolongo, senza peraltro alcuna garanzia perché tale plesso è privo di un reparto di rianimazione; Se lei non ritiene che la cura e le attenzioni riservate all’Ospedale di Campolongo siano avvenute a discapito dell’Ospedale Pubblico di Eboli, del tutto abbandonato al suo destino dall’amministrazione comunale; Se è vero che detto ospedale ha violato il contratto della concessione originario del terreno che faceva obbligo ai proprietari di approvvigionarsi delle vettovaglie presso venditori ebolitani; Se è vero che detto ospedale ha violato il contratto che faceva obbligo ai proprietari di assumere dipendenti residenti in Eboli e se le risulta che oltre la metà dei lavoratori dipendenti sono di cittadinanza diversa, fatta eccezione per le cooperative dei servizi, peraltro maltrattate e malpagate; Se è vero e perché lei ha una particolare entratura nell’Ospedale di Campolongo tanto da fare assumere qualche suo sostenitore politico per motivi elettorali e di partito e fare elargire contributi con una telefonata»

I Consiglieri Comunali

Salvatore Marisei

Carmine Campagna

Antonio Petrone

Armando Cicalese

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento