ARCHIVIOPrimarie: i comitati Renzi accusano il sindaco di Eboli

Renzi Matteo

EBOLI (SA)- Dal comitato pro-Renzi “Libera Eboli” riceviamo e pubblichiamo: «In qualità di coordinatori e sostenitori dei comitati per la candidatura di Matteo Renzi per le primarie del centro sinistra rileviamo che i Rappresentanti di Bersani temendo di perdere le elezioni primarie nella valle del Sele (Eboli, Battipaglia e Capaccio) hanno messo in atto comportamenti e pressioni per impedire il libero voto, opera alla quale si è associato il Sindaco di Eboli con pressioni su dipendenti comunali, su dipendenti di ditte con rapporti con il comune, rendendo impossibile la libera prenotazione al voto dei cittadini.

 

Per ultimo ha preordinato un’ubicazione dei seggi elettorali in modo da averne il controllo fino a mortificare la frazione periferica di Santa Cecilia dove insistono 5000 votanti dove, oltretutto, esistono una caserma dei carabinieri, una sede distaccata del comune , tre istituti bancari oltre 100 attività commerciali e agricole privandola del seggio elettorale che c’ è sempre stato fin dalle primarie per Prodi, spostandolo a Corno D’ Oro dove vi è una sola sezione elettorale di circa 600 votanti che risulta notoriamente essere sottocontrollo dai suoi compagni.
Il sindaco speriamo che si ravveda e si renda conto, che in tal modo si corre il rischio di esporre il voto delle primarie all’inquinamento del malaffare.
Egli sa, come tutti, noi che a Eboli in zona industriale e nelle periferie la Magistratura già è intervenuta con il sequestro di beni di presunta provenienza illecita»

Il coordinamento dei comitati Pro Renzi – Città di Eboli.

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento