ARCHIVIOEboli: gli amici di De Magistris attaccano il sindaco Melchionda

Melchionda Martino 2

EBOLI (SA)- Dall’associazione “inMovimento” di Eboli riceviamo e pubblichiamo: «L’Associazione inMovimento Eboli esprime il proprio disappunto per le affermazioni fatte dal Sindaco di Eboli Martino Melchionda da quanto apparso sulla stampa locale sul dissesto finanziario delle amministrazioni locali il cosiddetto  “Decreto Salva Comuni”.

 

Il Sindaco di Eboli, non sempre è a conoscenza di quanto avviene nelle sedi istituzionali nazionale e quindi da  ritenere che non sempre il  suo ruolo istituzionale e il  suo ruolo politico coincidono, la responsabilità istituzionali sono soggette alla legge, ma quello che ha peso è quello politico,  il popolo unico è garante della democrazia.

Il Sindaco di Napoli dott Luigi de Magistris, sul Decreto Salva Comuni,  sta dando il suo impegno personale e quello della sua amministrazione, lo ha affermato alla riunione dell’ANCI tenutasi a Bologna e lo ha ribadito a piazza Montecitorio, che questa legge deve essere estesa a tutti i comuni aggiungendo  che per Napoli non è necessario adottare leggi speciali.

Ma una cosa che al Sindaco di Eboli gli è sfuggita che la norma una volta legiferata non si potrà applicare a quelle Amministrazione in carica che hanno creato il dissesto, Comuni che non sono mai stati virtuosi e che a tutt’oggi fanno il possibile per esserlo grazie alla incapacità dei loro amministratori che sono gli unici responsabili con le loro decisioni scellerate. 

Pertanto questa associazione, salvaguardando gli interessi esclusivi dei cittadini, invita il Sindaco di Eboli avv. Martino Melchionda a fare il possibile che la legge venga attuata anche per la nostra città  facendosi carico del proprio dovere di amministratore. 

 

La delegata Assunta Nigro

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento