ARCHIVIO‘Altro che solidarietà, qui non si vende’

Presepe_Elaion
Si lamentano che nulla ad Eboli si muove per valorizzare le attività commerciali cittadine e poi protestano, e a gran voce, se qualcuno ha l’idea di coinvolgere i negozianti in iniziative natalizie, pensate per la comunità e soprattutto a sfondo sociale. Sono quelli di viale Amendola (ciò che consola è che si tratta di uno sparuto gruppo), l’asse viario principale della città, la “vetrina” di Eboli, il viale dello shopping soprattutto durante le festività, che si sono opposti all’allestimento del presepe riproposto quest’anno dal centro di riabilitazione Nuovo Eliaon. Ma la Confesercenti si dissocia. Gli stand, realizzati dai ragazzi portatori di handicap del Centro, per ospitare scene del presepe vivente e figurato, e che lo scorso anno animarono piazza della Repubblica come da anni non si registrava in città, non sono stati  graditi da alcuni commercianti del centro, contrari all’ubicazione dei gadzebo lungo il viale: “influirebbero negativamente sul commercio”.

Non si è fatta certo attendere la replica della Confesercenti, convinta della bontà della iniziativa e  dell’ottimo lavoro condotto dal Nuovo Elaion che in passato ed in più occasioni ha lavorato per la promozione e la valorizzazione della città di Eboli. “Sono eventi di solidarietà, non certo speculativi nè frutto di manovre politiche. Il presepe vivente del centro Elaion è una grande opportunità per veicolare un messaggio positivo e di pace”, così Attilio Astone, vicepresidente della Confesercenti commenta il fatto increscioso e Cosimo_De_Vita3che Cosimo De Vita (nella foto), presidente della cooperativa Sanatrix- Nuovo Elaion , ha voluto smorzare sul nascere. “Nessun problema”, avrà pensato l’infaticabil e vulcanico De Vita, “la storia narrata delle sacre scritture, vissuta ed interpretata anche dai nostri ragazzi affiancati dai bambini delle scuole di Eboli resterà circoscritta in piazza della Repubblica”. Poi aggiunge: Lo scopo principale della manifestazione era quello di portare un messagio di pace e di fratellanza, coinvolgendo più zone della città  per rendere tutti partecipi. L’Elaion ha tra le sue finalità non solo la cura e la riabilitazione dei portatori di handicap, ma anche l’integrazione tra i pazienti ed il contesto sociale in cui vivono.  Se il nostro slancio deve essere interpetrato diversamente, vuol dire che dobbiamo evitare polemiche e modificare il nostro messaggio per farlo recepire a tutti. Ringrazio tutti quelli che ci sono stati vicini anche in questa occasione”.
Contrordine, dunque, per gli allestitori, già pronti a montare capanne e recinti anche lungo il viale Amendola, a creare le scenografie per ospitare le locande, meticolosamente riprodotte con elementi poveri, i bazar in cui trovare stoffe e profumi, le botteghe di artigiani, animate da centinaia di bambini in costume, ognuno con uno specifico ruolo da interpretare.  

Presepe_Elaion2Il Presepe avrà come lo scorso anno una madrina d’eccezione la nota presentarice Rai, Maria Giovanna Elmi, ormai si può “di casa” ad Eboli e sarà inaugurato in piazza il prossimo 19 dicembre alle ore 18Presepe_Elaion4

L’arrivo della “luce di Betlemme” aprirà il calendario delle attività proposte: il mercatio gastronomico ed artigianale con animazione itinerante (22-23 dicembre);  lo spettacolo teatrale “Natale in casa Cupiello” con gli attori di “Palcoscenico Ebolitano” ed i ragazzi del Centro, (22 dicembre ore 19,00); il concerto di Natale con “Le voci del cuore” guidate dal maestro Mario La Manna (23 dicembre ore 18,30).
Ma sarà il 27 dicembre il giorno più atteso, quando piazza della Repubblica ospiterà il presepe vivente. 
Sarà poi il 29 dicembre il giorno della grande tombolata, riservata ai ragazzi del Nuovo Elaion e agli alunni delle scuole cittadine.
Il presepe figurato resterà in allestimento fino al prossimo 7 gennaio 2010.

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento