Salute“BreaStyle”: sentirsi più belle per vincere il cancro. Serata di beneficenza a Battipaglia

Paura, angoscia, solitudine sono le emozioni che pervadono la mente di un malato di cancro, il rischio della morte o di non riuscire a gestire le conseguenze fisiche di un cancro alimentano l’isolamento in cui spesso ci si rifugia per evitare il confronto e il giudizio degli altri. La malattia che spesso lascia i suoi segni sul corpo, primo nucleo dell’identità personale, modifica l’immagine che si ha di se stessi e quella che il mondo ha di noi, pertanto è necessario abbattere alcune barriere per ribadire la propria identità, per riconoscersi anche dopo un trauma così devastante. 

A tale scopo nasce l’iniziativa “BreaStyle”, singolare evento di beneficenza pensato per offrire sostegno alle donne malate di tumore al seno e per “sfatare i classici luoghi comuni di tutti coloro che guardano la malattia da spettatori. Continuare a valorizzare il proprio corpo durante il percorso terapeutico, aiuta ad affrontare e a vivere meglio un periodo difficile”, ne sono convinti i promotori di BreaStyle che ha come obiettivo la realizzazione di uno spazio destinato al benessere delle donne. 

“Per una donna con tumore al seno rivolgersi ad una Breast Unit significa essere presa per mano e accompagnata in tutto il percorso di cura e follow-up con la certezza di essere curata al meglio. È importante sapere che nel momento della diagnosi la donna non è sola”. I fondi raccolti verranno, infatti, interamente devoluti per la realizzazione del progetto “VitaMia” che nasce per accompagnare la donna, attraverso l’10ausilio di figure altamente qualificate, nella cura del proprio aspetto (fisico ed emotivo), ad accettare ed amare la nuova, anche se transitoria, fisicità, a prendersi cura della propria immagine, a mantenere la propria identità.

Nell’area «VitaMia», esperti in forma gratuita offriranno: supporto make up; lezioni di trucco che permetteranno alle donne di imparare a gestire al meglio i disagi morfologici causati dalle terapie; supporto personalizzato nella scelta di parrucche e foulard; scelta ed utilizzo di creme e trattamenti personalizzati. 
VitaMia sarà strutturato, inoltre, per offrire ad ogni paziente momenti di condivisione, attraverso attività singole e di gruppo, dall’arte alla scrittura, lettura, teatro. Tutto finalizzato all’interazione tra i singoli che possa sostenere e supportare ogni persona che si trova ad affrontare un momento di forte cambiamento fisico ed emotivo.

La comparsa della malattia oncologica, produce nell’individuo un sensibile cambiamento dell’immagine di sé, una ferita generalmente associata alla paura, al dolore. Offrire un camerino spazioso, uno specchio arricchito di luci, trucchi e colori aiuta ogni donna che, affrontando un percorso terapeutico invasivo, si ritrova a dover fare i conti con una pur se momentanea perdita di identità.

La serata di beneficenza, condotta da Antony Peth, classe 1985, presentatore RAI e La7 (Gustibus), si terrà venerdì 20 settembre a Battipaglia presso l’Hotel San Luca. 
Coinvolgendo le istituzioni locali e le diverse realtà produttive e socio-assistenziali presenti nel Salernitano, la serata di beneficenza, a cui si potrà partecipare con una donazione minima di 30,00 €, offrirà momenti di approfondimento, intervallati da musica e sketch con i comici di “Made in Sud”
Fulcro dell evento una sfilata di abiti e foulard, un mix di creatività e colore che mira ad esaltare la sensualità e la femminilità delle pazienti oncologiche. Finale in dolcezza con i maestri pasticceri Sal De Riso e Renato Ardovino, eccellenze della pasticceria campana.
Partners dell’evento l’associazione Raggi di sole; l’azienda ospedaliera Cardarelli; Breast Unit; i comuni di Eboli, Battipaglia e Pontecagnano Faiano, Rotary club Eboli. 

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento