IN CITTA'SKUOLACon “Imperfetti ma unici” gli studenti della Romano a “School movie Cinedù”

Luca Livi Luca Livi15/07/2019358

Nell’ambito del Giffoni Film Festival, il 18 Luglio 2019 si terrà presso il Giffoni Experience, la settima edizione dello School Movie Cinedù. Il cinema che diventa momento di aggregazione e di conoscenza dei problemi della società, ha visto nell’anno scolastico 2018/2019 l’impegno di circa 10.000 allievi delle scuole primarie e secondarie di primo grado di 52 comuni della Campania; 150 gli istituti scolastici che hanno prodotto circa 300 cortometraggi della durata di 10 minuti in cui i ragazzi sono stati sceneggiatori, registi e protagonisti dei lavori cinematografici.

E’ nell’ambito della conferenza stampa, svoltasi oggi 15 luglio 2019 presso il palazzo della Provincia a Salerno, presieduta dal presidente della Provincia, Michele Strianese, dall’assessore alla Pubblica Istruzione della città di Salerno, in presenza del vice presidente del Giffoni Film Festival e dei diversi sindaci delle città partecipanti, che si è proceduto alla presentazione dell’evento e dei suoi partecipanti. A presentare le scuole ebolitane selezionate il sindaco Massimo Cariello che ha nominato i due istituti scolastici giunti finalisti al concorso: l’istituto comprensivo Generale Gonzaga e l’istituto comprensivo Giacinto Romano. Gli studenti ebolitani si esibiranno a Giffoni Valle Piana insieme ad altre 12 scuole della provincia.

Ecco i partecipanti al laboratorio teatrale permanente dell’Istituto comprensivo “G. Romano” di Eboli, frequentanti sia la scuola primaria sia la secondaria di primo grado: Siria De Medici, Clelia Volpe, Maria Pia Apicella, Claudia Masucci, Marika Galdi, Giuseppina Coscia,Ilenia Comeci, Annalaura Comeci, Giuseppe De Medici, Giovanni Celso, Antonio Landi, Martina Caggiano, seguiti dalle docenti Rossella Cerrone, Maria Concetta Cicalese e Rosalba Vespasiano.

I ragazzi presenteranno un cortometraggio dal titolo”Imperfetti ma unici” in cui viene evidenziata l’unicità delle persone a prescindere dal loro aspetto fisico e dalle loro difficoltà, sottolineando l’importanza dell’integrazione come mezzo di crescita per ognuno.

Luca Livi

Luca Livi

Lascia un commento