MercatoTerritorioConad e il datterino giallo della piana del Sele

“Viva la pappa pappa al… datterino giallo della piana del Sele!”: uno slogan che la Conad ha adottato per promuovere le eccellenze italiane, proponendo sul mercato accanto ai più noti prodotti made in Italy anche quelli di nicchia, produzioni locali di grande qualità che difficilmente entrano nel circuito della grande distribuzione. 
Punta sulle tipicità Conad, organizzazione che opera attraverso otto grandi gruppi cooperativi, centri di acquisto e di distribuzione (Nordiconad, DAO, Conad Centro Nord, Commercianti Indipendenti Associati, Conad del Tirreno, PAC2000A, Conad Adriatico e Conad Sicilia), che aggiunge in catalogo un nuovo prodotto proveniente dal Salernitano, una qualità di pomodoro ricercata per il suo gusto “dolciastro” e coltivato nella piana del Sele, terra di colture d’eccellenza e produzioni igp, nonché patria della mozzarella di bufala dop. 
Come quelli rossi, i pomodori gialli sono composti per un’altissima percentuale di acqua, quindi sono alimenti altamente idratanti. Ricchi di sali minerali come fosforo, calcio e potassio, i datterini gialli contengono molta vitamina C, vitamina A e varie del gruppo B(B1, B2, B3, B5 e B6. La loro proprietà antiossidante è direttamente proporzionale alla loro acidità,, ma se c’è una varietà che, in effetti, risulta meno acida delle altre, questa è proprio quella del datterino giallo, nettamente più dolce e delicato di quello rosso.

Il piatto super classico, dunque, come la pasta al pomodoro, che normalmente si veste di rosso, in questo caso diventa giallo.
E rispolverando la tradizione la Conad suggerisce una ricetta di recupero per eccellenza, quella che ci insegna a non buttare mai più via il pane vecchio e a farne un piatto buono, nutriente e adatto tutti.

INGREDIENTI
(per 4 persone)

800 g di farina 00
500 g di datterini gialli della piana del Sele Sapori&Dintorni Conad
300 g di pane raffermo
20 foglioline di basilico fresco
1 o 2 spicchi di aglio
1 cipolla bianca
1 l di brodo vegetale
olio extravergine d’oliva
sale e pepe

PROCEDIMENTO
Aggiungere dell’olio extravergine in una casseruola dai bordi alti, uno spicchio di aglio in camicia schiacciato e, mentre l’aglio rilascia il suo profumo, affettare finemente la cipolla e aggiungere anche quella nella casseruola, con del sale e del brodo vegetale per far appassire delicatamente la cipolla a fiamma bassa;
Mentre la cipolla appassisce, tagliare via la crosta dal pane raffermo ricavandone quindi solo la mollica e tagliarla a cubettoni;
Aggiungere il pane nella casseruola, scottarlo per un minuto e poi aggiungere del brodo vegetale;
Dopo qualche minuto, aggiungere anche i datterini gialli e regolare di sale e pepe;
Aggiungere qualche foglia di basilico, mescolare, continuare a bagnare con il brodo e aspettare che il pane si sfaldi un po’ e il tutto diventi un composto omogeneo. Servirà una mezz’oretta circa;
A fine cottura, aggiungere il resto del basilico, impiattare aggiungendo ancora un po’ di pepe, un filo di olio a crudo e, se lo si desidera, qualche crostino.

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento