CulturaTramonti, l’antico organo attende mani sapienti

A Tramonti, in costiera amalfitana, nella chiesa di San Giovanni Battista a Campinola è custodito un vero e proprio tesoro, un antico organo di scuola napoletana, realizzato nel 1729 da Carlo Rossi, che accresce il già ricco patrimonio storico e artistico della Chiesa.
Si tratta del secondo organo liturgico antico funzionante presente in tutta la Campania, suonato addirittura dal Sant’Alfonso Maria de’ Liguori. Si tratta di un organo a trasmissione meccanica con un manuale di 45 tasti, 9 registi e 383 canne con usignolo e zampogna.

La vera difficoltà è trovare qualcuno che sia in grado di suonarlo perché l’organo liturgico non è tra gli strumenti più semplici. Proprio per tale motivo lo strumento settecentesco di Tramonti da tempo rimane muto nel suo splendore dorato, ritrovato grazia al sapiente restauro del 2012. Ed ora la parrocchia ha deciso di dare la possibilità di suonare gratuitamente l’antico organo senza impegni liturgici a chiunque desideri farlo e sia ovviamente in grado di suonarlo nel modo migliore.
Chi si sente in grado di dare voce all’antico strumento può contattare Padre Jean Jacques al 3460378546, oppure Antonio De Marco al 3478790007 per concordare le modalità e gli orari, con la speranza di poter presto riascoltare la musica del prezioso organo di Tramonti.
*Fonte_ Positanonews.it

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento