SaluteSalerno, chirurghi e odontoiatri a confronto con i colleghi tedeschi

“Organizzazioni sanitarie a confronto”: è questo il tema del secondo incontro bilaterale tra l’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Salerno e una delegazione dell’Ordine dei medici della regione tedesca dell’Assia, in programma giovedì 11 aprile, alle 9, presso il Grand Hotel Salerno, in lungomare Tafuri.

Dopo l’introduzione del Presidente dell’Ordine Giovanni D’Angelo, sono previsti i saluti del Sindaco Vincenzo Napoli, del Rettore Aurelio Tommasetti, del segretario della Federazione nazionale degli ordini dei medici Roberto Monaco, del consigliere per la sanità del presidente della Regione Enrico Coscioni, del commissario straordinario dell’Asl Salerno Mario Iervolino, del direttore dell’ospedale di Salerno Giuseppe Longo.
Fitto l’elenco dei relatori: Filippo Anelli, Presidente Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Erika Baum, Presidente della Società tedesca di medicina generale e medicina di famiglia, Istituto di Medicina Generale, Preventiva e Riabilitativa, della Philipps – Universitat di Marburg, Francesco Benevento, Medico di Medicina Generale Asl Salerno, Segretario Provinciale Generale Federazione Medici di Medicina Generale, Maurizio Ciliberti, Dirigente Medico Centrale Operativa 118 dell’Asl di Salerno, Vincenzo D’Amato, Sub Commissario Sanitario dell’ASL di Salerno, Giovanni D’Angelo, Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, Ferdinando Ferrara, Specialista cardiologo Ambulatoriale dell’Asl di Salerno, Alfonso Giordano, Direttore del Dipartimento Ospedaliero dell’Asl di Salerno, Mario Iervolino, Commissario Straordinario dell’Asl di Salerno, Andreas Georg Illes, Specialista in Medicina Generale dell’Ospedale Universitario di Francoforte, Volkmar Jacobi, Vicedirettore e medico senior dell’Istituto di Radiologia Diagnostica e Interventistica dello stesso ospedale, Giuseppe Lauriello, Primario Emerito di Broncopneumologia e Storico della Medicina, Giuseppe Longo, Direttore Generale A. o. U. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, Cosimo Maiorino, Direttore Sanitario del Ruggi, Vincenzo Mancuso, Vicepresidente della VI Commissione VI nel Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, Salvatore Pauciulo, già Direttore del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Eboli, Edgar Pinkowsky, Presidente dell’Ordine dei Medici dell’Assia, Bruno Ravera, Past President dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, Carmine Vecchione, Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia Scuola Medica Salernitana, professore ordinario di Cardiologia all’Università di Salerno.
Sono stati invitati a partecipare il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e i Consoli Maurizio Canfora e Giovanni Caffarelli.

L’incontro bilaterale dell’11 aprile rientra nel quadro delle relazioni stabilite tra i medici salernitani e quelli tedeschi con l’accordo stipulato il 10 giugno 2017 tra l’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Salerno e la Landerartzkammer dell’Assia (Organizzazione Nazionale Medici Sede Assia), finalizzato alla collaborazione tra le due istituzioni, con reciproche informazioni in campo sanitario di valore culturale, scientifico, gestionale e sociale.
Obiettivo dell’accordo è la promozione di incontri periodici di tipo convegnistico, insieme ad uno scambio di riviste mediche e di storia della medicina, oltre che dati statistici in materia sanitaria ed informazioni su iniziative di carattere sociale.

Nel gennaio 2018 furono i medici salernitani a volare in Germania, in occasione del convegno promosso dal Landerartzkammer dell’Assia dal titolo: “Salerno Frankfurt am Main: Wurzeln einer Freundschaft”, che vide la partecipazione di due nostri medici esperti nella gestione dell’assistenza ai migranti con la relazione dal titolo: “La cura, la prevenzione e l’assistenza dei rifugiati”. L’incontro di quest’anno si propone di offrire ai medici una visione dei rispettivi sistemi sanitari nazionali, con particolare riguardo agli ingranaggi burocratici, alle dotazioni tecnologiche, al percorso formativo universitario e post universitario. Importanti le relazioni a doppia voce sulla organizzazione dell’assistenza negli ospedali e sul territorio e sui percorsi formativi universitari. Rilevanti, altresì, la relazione iniziale che analizzerà il ruolo dell’Ordine dei Medici nei rispettivi Paesi e quelle che analizzeranno la legislazione sanitaria in chiave storica e la deontologia medica nella sua attualità.

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento