CulturaFondi ai carnevali storici: tra i 26 finanziati c’è quello di Palma Campania

Carmine Sasso Carmine Sasso06/04/2019994

Carnevali storici: assegnate le risorse 2019 dal fondo FUS (Fondo unico per lo spettacolo), finanziati dal ministero dei Beni culturali ventisei organismi per un totale di 1.858.060 euro. In Campania riconosciuto il carnevale di Palma Campania ed in Basilicata il carnevale di Aliano (MT) e di Pignola (PZ)

A partire dal 2018, i carnevali storici sono entrati di diritto nel Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS). Questo è stato il frutto delle modifiche effettuate con decreto all’atto con il quale il Ministero dei beni culturali aveva provveduto a definire criteri e modalità per l’erogazione dei contributi per lo spettacolo dal vivo. I carnevali storici erano stati aggiunti tra le attività che potevano accedere agli stanziamenti del Fondo. Obiettivo era la valorizzazione della funzione da essi svolta per la conservazione e la trasmissione delle tradizioni storiche e popolari in relazione alla promozione dei territori. L’atto aveva modificato il decreto ministeriale 27 luglio 2017 dopo il raggiungimento dell’intesa in Conferenza Unificata. Questo atto è stato adottato anche tenendo conto della Convenzione UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale e della Convenzione UNESCO sulla protezione e la promozione delle diversità culturali. In esse, infatti, è stato stabilito il riconoscimento delle espressioni di identità culturale e collettiva anche quando siano rappresentate da testimonianze immateriali. Il Fondo Unico per lo Spettacolo (Fus), quindi, assegna per il 2019, 1.858.060 euro di risorse, ai carnevali storici. Il decreto di assegnazione dei finanziamenti è stato pubblicato dalla Direzione generale Spettacolo del Ministero per i Beni culturali susseguente all’atto relativo ai progetti approvati per il triennio 2018-2020, pubblicato nel novembre del 2018.

I progetti, per accedere al contributo, sono stati redatti su una offerta qualitativa complessa che ha previsto la valutazione della qualità artistica del progetto, della sua rilevanza storico-culturale, dell’identità e della riconoscibilità del carnevale a livello nazionale ed internazionale, delle attività collaterali di studio e ricerca, della capacità della manifestazione di integrarsi con il patrimonio del territorio, anche incidendo sull’attrattività turistica, della pluralità delle forme e dei linguaggi impiegati, delle manifestazioni organizzate in territori che si trovano al di fuori dei grandi circuiti turistici” ed infine della capacità di valorizzare le competenza artigianali del territorio e di sviluppare fenomeni di partecipazione delle comunità locali.

La destinazione delle risorse per il 2019 va a favore di 26 organismi: al comune di Aliano (MT) che riceve 50.000 euro; alla Fondazione Carnevale di Viareggio (LU) con 90 mila euro; al comune di Cento (FE) che riceve 95 mila euro; alla Fondazione Carnevale di Putignano (BA) 94 mila euro; alla Fondazione Sa Sartiglia Onlus (OR) 95 mila euro; al comune di San Giovanni in Persiceto (BO) 79.622,00 euro; al comune di Santu Lussurgiu (OR) 50 mila euro; al comune di Fano (PU) 70 mila euro; alla Fondazione Carnevale di Palma Campania (NA) ; alla Fondazione dello storico Carnevale di Ivrea (TO) vanno 87.500 euro; al comune di Sanremo (IM) 83.750 euro; al comune di Pignola (PZ) 51.900 euro; al comune di Massafra (TA) 78.750 euro; all’associazione Carnevale Foiano della Chiana (AR) 57.682 euro; al comune di Savogna d’Isonzo (GO) 76.250 euro; al comune di Tempio Pausania (OT) 75 mila euro; al comune di Misterbianco (ME) 75 mila euro; al comune di Avola (CT) 75 mila euro; al comune di Larino (CB) 61.106 euro, alla Fondazione Carnevale di Acireale (CT) 71.250 euro; al comune di Ronciglione (VT) 70 mila euro; al comune di Sciacca (AG) 67.500 euro; al comune di Palazzolo Acreide (SR) 50 mila euro;  al comune di Manfredonia (FG) 58.750 euro; al teatro comunale dell’Aquila nel comune di Fermo (FM) 55mila euro ed infine al teatro Ventidio Basso nel comune di Ascoli Piceno (AP) 52.500 euro.

 

Carmine Sasso

Carmine Sasso

www.babelzoo.it

Lascia un commento