Il CalamaioUn libro per san Valentino: consigli per lui e lei

Noemi Lamberti Noemi Lamberti14/02/2019126

Donare un libro è un atto d’amore, vi consiglio di farlo spesso, e quale migliore occasione se non a San Valentino per regalarne uno alla persona amata. Se avete voglia di farlo ma non sapete da dove iniziare potreste prender spunto dai sei testi che ho scelto di recensire, sia per lui che per lei.

Gli uomini leggono tanto ed hanno anche gusti ben precisi, regalare il libro giusto a meno che non si conoscano genere e autore preferiti risulta abbastanza complicato. Ho scelto per questo tre testi di semplice lettura e adatti a tutti.

BAR SPORT di Stefano Benni
E’ il suo primo libro divenuto un classico della narrativa umoristica italiana. Un libro che appassiona, che diverte e fa riflettere, da leggere tutto d’un fiato, grazie al suo linguaggio semplice ed immediato, un testo che racconta in modo geniale uno spaccato delle realtà di provincia degli anni ’70, descrivendo con precisione e ironia pregi e difetti degli italiani, le loro passioni, le manie, le ossessioni, il tutto ambientato in un bar anzi nel “Bar Sport ”. Immergetevi in questa spensierata e paradossale lettura, popolata da personaggi a dir poco stravaganti ma che di sicuro avrete incontrato almeno una volta nel vostro “ bar Sport ” di fiducia.

FEBBRE A 90’di Nick Hornby
Mi innamorai del calcio come mi sarei poi innamorato delle donne: improvvisamente, inesplicabilmente, acriticamente, senza pensare al dolore o allo sconvolgimento che avrebbe portato in sé”. L’ originale scrittore inglese Hornby punta dritto al cuore degli appassionati del calcio o meglio ai tifosi patologici. Con una magistrale scrittura l’autore racconta la sua storia di tifoso, descrivendo i multiformi aspetti di un’ossessione: le abitudini, i tic, i riti di uno sfegatato cultore dl pallone. Insomma una piccola bibbia che tutti i fan del calcio dovrebbero leggere e custodire gelosamente.
Non immedesimarsi nel protagonista è impossibile, manie ansie ed emozioni del tifoso sono trasmesse con straordinaria intensità e con grande senso dell’umorismo.

IL PIATTO FORTE E’ L’EMOZIONE di Antonino Cannavacciuolo
Sempre più maschi si dedicano con piacere all’arte del cucinare e che siano cuochi provetto o maldestri principianti tutti si ispirano a grandi chef. Il libro dello chef Cannavacciuolo è un prezioso vademecum di cucina, pratico e dettagliato, 50 ricette dal nord al sud spiegate e illustrate nei minimi particolari, che vi permetterà di acquisire nozioni base per destreggiarvi ai fornelli partendo da semplici piatti fino ad arrivare a quelli più complessi. Non solo un ricettario ma molto di più, dove lo chef insegna ai suoi cuochi-lettori a riconoscere, scegliere e valorizzare le migliori materie prime. Buona lettura e buon appetito!


 

Le donne leggono di più secondo l’Istat e si prestano volentieri a sperimentare vari generi di lettura. Ma non è tanto questo a catturare l’attenzione di una donna, quanto la capacità che ha un libro di smuoverla, di bombardarla di emozioni, di arricchirla avaramente alla fine di ogni lettura.

IL PROFUMO di Patrick Suskind
Un romanzo originale scritto con straordinaria bravura, un libro che io definisco “olfattivo” per l’incredibile varietà di odori che lo scrittore riesce a descrive abilmente, suscitando nel lettore la reale percezione dei profumi. La trama è insolita e surreale come il suo protagonista Grenouille, dotato della stupefacente facoltà di percepire gli odori anche là dove nessuno immaginerebbe di percepirli. Tutto intorno a lui è odore, da ogni cosa può ricavare la vera “essenza”, anche dagli esseri umani. Un thriller, un giallo, un romanzo appassionato, avvincente, scorrevole e inebriante proprio come un buon profumo. Alla fine “annuserete le cose sotto un altro aspetto”.

IO, TE E IL MARE di Marzia Sicignano 
Un’autrice giovanissima dalla cui scrittura si evince l’età. Un misto di prosa e versi capaci di metterti in viaggio su una strada di ricordi, di emozioni che tutte noi nella vita abbiamo provato almeno una volta: il primo amore, la prima volta, le prime delusioni descritte con intensità, con semplicità. Leggerlo con gli occhi giusti ti fa riscoprire ed apprezzare quei sentimenti che troppo spesso accantoniamo, considerandoli banali e scontati. Siamo ormai adulti per certe svenevolezze.
Sfido chiunque a non ritrovare un po’ di sé tra queste dolcissime righe.

LA FORMA DELL’ACQUA di Gullermo Del Toro e Daniel Kraus
Il romanzo racconta la storia d’amore tra uno strano mutante 
(la cui natura è divisa tra uomo, pesce e rettile) e la dolce Elisa che come lui si sente “diversa” a causa di una disabilità.
La
giovane sordomuta addetta alle pulizie al Centro di Ricerca Aerospaziale di Occam  è l’unica che riesce a comunicare attraverso il linguaggio dei segni con lo strano uomo/pesce, instaurando con lui un legame speciale. Una storia unica, di compassione, di amore, di solidarietà e di amarezza per un mondo troppo schematico. Una lettura piacevole, ma anche impegnativa soprattutto nelle prime pagine, un romanzo d’amore che non risulta troppo rosa, per certi tratti anche cruento, ma vale davvero la pena di leggerlo e scoprire il finale a sorpresa.

Noemi Lamberti

Noemi Lamberti

Scrittrice, blogger e autentica divoratrice di libri. Su Eolopress cura la rubrica "Il calamaio" dove recensisce autori vecchi e nuovi.

Lascia un commento

Articoli collegati

{{ image }}

{{ title }}

{{ date }} {{ comments }}
{{ viewcount }}
{{ author }}
{{ image }}

{{ title }}

{{ date }} {{ comments }}
{{ viewcount }}
{{ author }}
{{ image }}

{{ title }}

{{ date }} {{ comments }}
{{ viewcount }}
{{ author }}