RICERCA“L’aria di mare fa bene”, da oggi uno studio belga lo conferma

Respirare lo “spray marino” che evapora dalle onde inibirebbe un particolare gene che svolge un ruolo importante nel tumore al polmone e nei livelli di colesterolo, è quanto hanno scoperto i ricercatori belga dell’Università di Gand e dell’Istituto fiammingo per il mare (VLIZ).
Considerare l’aria di mare come toccasana, dunque, non è solo un banale luogo comune, una credenza da sfatare ma da oggi una verità scientifica. 

Secondo la ricerca belga lo “spray marino” – cioè l’acqua di mare vaporizzata nell’aria dalle onde – contiene molte sostanze naturali, prodotte da alghe e batteri, che fanno bene alla salute. Quando respiriamo l’aria del mare, assorbiamo queste sostanze nel nostro corpo. “Abbiamo prelevato campioni di aria di mare e li abbiamo esaminati in laboratorio”, afferma il ricercatore Emmanuel Van Acker. “Abbiamo esposto le cellule cancerogene di un polmone umano a questi campioni di aria ed esaminato i loro effetti sulla salute, e abbiamo anche osservato l’impatto sui nostri geni, il tutto in confronto con altri studi scientifici”.

L’indagine scientifica ha dimostrato che l’aria marina inibisce l’effetto di un gene che svolge un ruolo importante nel cancro del polmone e nei livelli di colesterolo. Ma se agiamo su questo gene, bloccandone l’azione, vediamo la progressiva morte delle cellule tumorali e una diminuzione del colesterolo. “Si può dire che l’aria di mare ha un effetto positivo sulla salute, simile ai nuovi trattamenti contro il cancro e l’ultima generazione di farmaci per il colesterolo”, afferma la ricercatrice Jana Asselman

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento