AGORA'IN CITTA'E fuori…nevica: il Salernitano imbiancato

Il nuovo anno porta con sè un’ondata di freddo polare che, come preannunciato, si è abbattuta su tutto il Salernitano e soprattutto sulle zone collinari dove si sono registrate abbondanti nevicate, anche se le aree costiere non sono rimaste immuni, con notevoli disagi nei collegamenti.

 

A dimostrazione di quanto l’evento sia ormai ciclico e puntuale lo documentano le immagini di un anno fa ad Eboli, che vederla imbiancata pare non sia più cosa rara.

Con l’inizio del nuovo anno e prossimi alla ricorrenza dell’Epifania la neve torna a cadere in città, ricoprendo strade, piazze e monumenti, così come avvenne il 7 gennaio 2017. 

Nella piana del Sele, dove il clima è temperato e mite, si torna a registrare un inizio d’anno rigido, dalle basse temperature, tanto da favorire il depositarsi dei leggeri fiocchi. 

Sui social centinaia le immagini pubblicate a dimostrazione di quanto sia straordinario l’evento in questa città, come in tutte quelle che si affacciano sul Tirreno.

 

Incantevole, magico lo skyline di una Salerno innevata, mentre più comune ci appare la nevicata ad Ottati o Sala Consilina, dove lì fin dalle prime ore del giorno hanno lavorato senza sosta protezione civile, tecnici del Comune, della Provincia e della Prefettura per coordinare gli interventi per la messa in sicurezza delle vie di collegamento.
Segnalazioni di disagi alla viabilità sono infatti stati registrati lungo le strade provinciali a Laviano, Perito, Ottati, Giffoni Valle Piana, Giffoni Sei Casali, Olevano sul Tusciano. In azione dalle prime ore del mattino soprattutto nelle aree collinari i mezzi spargi-sale, “duecento sono i quintali di sale finora impiegati per mettere in sicurezza le strade di collegamento agli ospedali, alle scuole” così il presidente della provincia , Michele Strianese, ai microfoni di radio Alfa. 
La provincia di Salerno, tra le più estese d’Italia con 2500 chilometri di strade da monitorare, ha una serie di criticità ma ad oggi spiega il presidente “pare non esserci alcuna emergenza”.
Solo da qualche settimana è infatti stato approvato il “Piano neve” che prevede lo stanziamento di 800mila euro. 
L’allerta meteo continua anche per domani.  

   

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento