AGORA'IN CITTA'Eboli, troppe strisce blu per soste non custodite. Monta la protesta

Noemi Lamberti Noemi Lamberti17/12/2018233

Abbiamo assistito nelle ultime settimane ad un vero e proprio assalto mediatico riguardo al nuovo piano parcheggi attuato dal Comune che ha aumentato sensibilmente le aree di sosta a pagamento (le famose strisce blu) riducendo al minimo quelle gratuite. La maggiore concentrazione di strisce blu si registra soprattutto in pieno centro, come in via Ripa, piazza della Repubblica, via XXV Aprile e via Matteotti, a discapito dei residenti e soprattutto dei commercianti, già collassati da tasse troppo elevate. Ad indignare i cittadini non sarebbero tanto i parcheggi a pagamento, in quanto presenti in tutte le città, ma il mancato rispetto del Comune delle normative che regolano l’istituzione delle strisce blu, ovvero riservare adeguate aree a parcheggio libero, nelle immediate vicinanze delle strisce blu.

In base all’articolo 7, comma 8 del codice della strada, i comuni italiani hanno diritto ad istituire le ‘zone di parcheggio a pagamento’, chiamate anche ‘zone blu’, o “custodite”, ma al contempo, è altrettanto chiaro che “l’esercizio del parcheggio a pagamento può però essere istituito unicamente nel caso in cui davanti le strisce blu, o perlomeno nelle vicinanze, vi sia “un’adeguata area” riservata a “parcheggio senza custodia o dispositivi di controllo. Ergo, strisce bianche e parcheggi liberi da ogni vincolo. La circolare ministeriale n. 1712 del 30 marzo 2012 ha confermato tale assioma. E dunque non solo non è chiaro il perché tali strisce bianche non siano presenti in prossimità delle strisce blu, ma anche il perché nelle aree di sosta dove insiste il parcometro, dispositivo di controllo che incassa la somma dovuta per la sosta a tempo di un veicolo sostituendo in via elettronica un parcheggiatore autorizzato (art. 7, comma 1, lettera f, del codice della strada), viene specificato “parcheggio a pagamento non custodito” nonostante la presenza costante di ausiliari pronti a multare al minimo ritardo.

Intanto on line è partita una petizione promossa da Dario Landi delegato Amesci, presso il Forum regionale della gioventù campana, per sollecitare la pubblica amministrazione ad aumentare le strisce bianche nel centro cittadino. Indirizzata al sindaco anche una lettera (prot. num. 0053303) inviata da un cittadino ingiustamente multato e che ha riscontrato anomalie nei parchimetri cittadini, mal funzionanti e poco attendibili. Argomento scottante, dunque, sollevato anche in consiglio comunale da Damiano Cardiello, alla quale interrogazione finora non è stata data risposta.
Bocche cucite a palazzo di città e alle polemiche sollevate i
n paese l’amministrazione risponde con un atteggiamento un po’ dantesco: non si cura di lor, ma guarda e passa”.

 

Noemi Lamberti

Noemi Lamberti

Scrittrice, blogger e autentica divoratrice di libri. Su Eolopress cura la rubrica "Il calamaio" dove recensisce autori vecchi e nuovi.

Lascia un commento