LAVOROConcorso EAV per 350 assunzioni, richiesta procedura della “banca dati”

Il sindacato OR.S.A. ha chiesto al governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca e al direttore generale dell’EAV, Umberto De Gregorio di applicare,  per il prossimo concorso che prevederà 350 assunzioni all’EAV, la procedura della “Banca Dati”,  che oramai da tempo stanno seguendo numerosi enti pubblici. E’ una procedura che consente ai candidati di poter conoscere la totalità delle domande da cui saranno poi sorteggiate quelle delle prove selettive, infatti prima del calendario delle prove scritte, viene pubblicata sul sito dell’ente o della società che ne cura la selezione, la banca dati con la totalità dei quiz da cui poi saranno poi estratti quelli della prova preselettiva e selettiva. E’ un criterio di ulteriore trasparenza, a garanzia di tutti i concorrenti, ma soprattutto per l’EAV che avrà la riprova che non sono stati fatti errori nella stesura dei quiz ed eviterà lo strascico di eventuali ricorsi legali.

 

A tal proposito vogliamo ricordare che tale pratica è stata adottata da prestigiosi enti pubblici per la selezione del personale, come nel concorso Ripam-ANAC per la selezione di n. 35 unità di personale da assumere presso l’ANAC – Autorità Nazionale Anticorruzione, profilo “Specialista di area amministrativa e giuridica”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 4° Serie Speciale Concorsi ed esami n. 23 del 20 Marzo 2018, prima della prova preselettiva è stata resa disponibile per tutti i partecipanti una banca dati composta da 2400 quiz sulle materie di concorso, nella quale non era indicata la risposta corretta. La prova preselettiva si è svolta in data 12 e 13 giugno 2018 presso la Fiera di Roma. I quesiti sono stati estratti dalla suddetta banca dati.
L’intera procedura è stata gestita dal Formez PA – Centro Servizi e tutte le notizie e informazioni pubblicate sul sito di questa società; oppure come con bando del 18 novembre 2016, pubblicato nella G.U. n. 92 del 22 novembre 2016 – 4ª serie speciale  Concorsi ed esami, è stato indetto il concorso per 800 posti di Assistente giudiziario, nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia – Amministrazione Giudiziaria. La prova preselettiva si è svolta dall’8 al 24 maggio 2017, presso la Fiera di Roma. In data 21 aprile è stata pubblicata la “banca dati” che è rimasta disponibile fino al 7 maggio ore 16 sul sito del Ministero della Giustizia. La suddetta banca dati era composta da 5000 domande comprensive di risposta corretta. In questo caso il ministero si è occupato di tutta la procedura concorsuale; analoga procedura è stata seguita da Banca d’Italia per le selezioni recentemente ultimate e per quelle attualmente in fase di espletamento per l’ospedale Cardarelli di Napoli.

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento