ArtiIN CITTA'Variopinte, eccentriche, gioiose le donne acquerellate di Francesco Cuomo

E’ la “gioiosa bellezza” di una donna ad ispirare l’ultima fatica artistica di Francesco Cuomo: la Serenità, espressa da pitture ad acquerello in cui ad essere protagonisti sono l’amore, la passione, il colore.  
Continua a sperimentare Cuomo, il vulcanico artista ebolitano,  e a ritenere che l’arte “vada vissuta, indossata, raccontata” ed è proprio partendo dai versi di una sua poesia (come accade per gran parte dei suoi lavori) che una nuova idea prende forma.


Nei volti di donna dipinti ad acquerello ed impressi su carta un’esplosione di colori, in ogni “ritratto” dettagli che rimandano alla territorialità, Francesco Cuomo riassume così in ventiquattro acquerelli la sua caleidoscopica visione del mondo.


Ad Eboli presso lo show room l’artista presenterà anche quattro tele dipinte in acrilico e un elegante cofanetto contenente dodici acquerelli riprodotti su carta pregiata, accompagnati dalla poesia ispiratrice del lavoro (in edizione limitata). Nell’ambito dell’evento saranno presentate al pubblico anche le sue ultime sculture in ceramica, “gli steli della follia” che hanno contribuito a diffondere la sua fama di colorista nel panorama internazionale. Partner ufficiale del progetto la società di comunicazione e marketing “Zonalab” di Davide Balzano che ha collaborato alla realizzazione dell’evento.

La mostra è un’anteprima di quella che sarà la presentazione ufficiale prevista in primavera in occasione della terza edizione del “Sorrento loves Art”, organizzato da Rossella Savarese, curatrice della galleria SyART, presso villa Fiorentino, sede della Fondazione Sorrento. Confermato per l’evento lo spettacolo “Contemporay art in motion“, un mapping in 3D a cura del regista Enrico Agresta, in cui le opere dell’artista si animano e prendono forma.

L’ appuntamento ad Eboli è per venerdì 7 dicembre alle ore 18 presso lo show room su Corso Garibaldi. Sabato 8 e domenica 9 dicembre sono previsti “open days” per offrire la possibilità di visitare la mostra ad una vasta platea.

L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino a lunedì 7 gennaio 2019.

 

Emanuela Carrafiello

Emanuela Carrafiello

Lascia un commento