AGORA'pianadelseleRifiuti indifferenziati nello stir di Battipaglia, ok dalla Provincia

Spetterà all’impianto di trattamento meccanico e biologico dei rifiuti (Tmb) l’arduo compito di far fronte alla valanga di spazzatura proveniente dai comuni del Salernitano e scongiurare così una nuova emergenza.
Con l’Ordinanza del presidente della Provincia n. 4 del 29 novembre 2018 – ai sensi dell’art. 191 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 – Norme in materia ambientale -, viene autorizzata la società EcoAmbiente Salerno S.p.A. allo stoccaggio temporaneo e speciale della frazione secca tritovagliata(CER 19.12.12) prodotta dallo stabilimento TMB di Battipaglia.

“Il fermo dello STIR di Battipaglia – fa sapere il Presidente della Provincia, Michele Strianese – produceva istantaneamente il mancato prelievo del rifiuto indifferenziato nell’intero territorio provinciale, con inimmaginabili conseguenze per la sicurezza, la salute dei cittadini, oltre che per il decoro del territorio, tale da costituire una vera e propria emergenza di tipo sanitario. Era necessario quindi affrontare con misure urgenti ed immediate la questione dello stoccaggio del rifiuto CER 19.12.12, in modo da consentire le lavorazioni dell’impianto senza soluzione di continuità. Da alcuni mesi si registravano difficoltà e disagi per il conferimento presso l’impianto di Battipaglia da parte di molti Comuni della Provincia e ciò si ripercuoteva sulle precarie condizioni sanitarie e di igiene pubblica sul territorio. Per questi motivi ho autorizzato il temporaneo stoccaggio della Frazione Secca Tritovagliata in balle presso l’impianto T.M.B. di Battipaglia, per un periodo temporale non superiore a 90 giorni”.

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento