SportSerie B, ultimo atto dei play out: Salernitana- Lanciano

Domani sera, alle 20.30, allo stadio “Arechi”, andra’ in scena Salernitana-Virtus Lanciano, gara di ritorno della finale dei play-out di serie B. Un match sulla carta “segnato”, dopo il risultato dell’andata: in Abruzzo si sono imposti nettamente, per 4-1, i giocatori campani, ormai a un passo dalla salvezza.

{source}
<script async src=”//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js”></script>
<!– Sottotop menu –>
<ins class=”adsbygoogle”
 style=”display:inline-block;width:694px;height:90px”
 data-ad-client=”ca-pub-5807540174219874″
 data-ad-slot=”2846875425″></ins>
<script>
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
</script>
{/source}

Alla vigilia del match, il tecnico dei granata, Leonardo Menichini, pero’, non vuol sentir parlare di “capitolo gia’ chiuso”. “Il clima qui in ritiro e’ ottimo, sappiamo che abbiamo fatto una bella partita sabato ma c’e’ tutto un secondo tempo da giocare. Ci sono ancora novanta minuti da affrontare e nel calcio niente e’ scontato. Per raggiungere l’obiettivo salvezza servira’ fare una grandissima prestazione sotto il profilo dell’intensita’, della concentrazione e dell’attenzione”, ha detto Menichini.

“Come sempre mi riservo le scelte di formazione fino all’ultimo ma i ragazzi stanno bene e sono tutti a disposizione. Nella giornata di ieri abbiamo ricevuto anche la visita della proprieta’, che ci ha fatto i complimenti per la partita di sabato, ci ha incoraggiato e ci ha raccomandato di tenere alta la concentrazione. Dobbiamo mantenere la stessa rabbia e lo stesso furore agonistico; a livello di attenzione e spirito di sacrifico dobbiamo essere al top”, ha aggiunto l’allenatore dei campani. Ben diverso lo stato d’animo degli abruzzesi e del loro tecnico Primo Maragliulo.
“Qualcuno e’ stato bravissimo a buttare benzina sul fuoco, dopo la gara d’andata, facendo diverse critiche, alcune giustissime, altre no. Detto cio’ mi dispiace aver sentito emerite fandonie. Ci sono puntini da sistemare e mettere in chiaro. Qualcuno che non era qui a Lanciano ha detto che era sbagliata la formazione e che era tutto errato. Lo sapevano in molti qui, invece, che la squadra era quella, praticamente obbligata”, ha detto Maragliulo.
“Il ritorno? Bisogna cambiare l’atteggiamento. Prima di tutto conta questo: dobbiamo andare li’ con la testa giusta: sara’ difficilissimo ma dobbiamo dare l’anima e tentarci. Per quanto riguarda l’aspetto tattico, non vorrei cambiare quanto fatto in questi mesi. Credo che ripartiremo giocando come abbiamo sempre fatto”, ha precisato il tecnico del Lanciano.
Italpress

 

Redazione Eolopress

Redazione Eolopress

Lascia un commento