Tiro a segno: da Eboli a Bologna, Siniscalchi e Carfagno campioni italiani

Tiro a segno: da Eboli a Bologna, Siniscalchi e Carfagno campioni italiani

Due sono le medaglie d'oro conquistate ai campionati italiani di tiro a segno dagli atleti della sezione di Eboli: Roberto Siniscalchi e Donato Carfagno, entrambi tiratori di Pistola sono saliti sul gradino più alto del podio, regalando un ennesimo successo al team ebolitano.

Sono state disputate a Bologna, dal 25 al 29 luglio le finali dei Campionati italiani juniores, seniores, master e Para 2018 indette dall’Unione Italiana Tiro a Segno (UITS), federazione sportiva riconosciuta dal comitato olimpico nazionale italiano (C.O.N.I.). La sezione del Tiro a Segno Nazionale di Eboli ha partecipato alle finali dei Campionati italiani con due atleti: 

Il 26 luglio, il tiratore Donato Carfagno ha conquistato la medaglia d’oro, con relativo titolo di Campione Italiano 2018 nella specialità di tiro P10 Uomini Gruppo C. Due giorni dopo il tiratore Roberto Siniscalchi ha conquistato la medaglia d’oro, con relativo titolo di Campione Italiano 2018 nella specialità di tiro PS Master Uomini.

Entrambi gli sportivi hanno conseguito eccellenti risultati nella competizione più importante di carattere nazionale, dimostrando un’indiscutibile competenza sportiva, evidenziando doti di determinazione e tenacia con una performance, nel corso delle gare, che ha consentito agli stessi di spiccare tra gli atleti partecipanti. Hanno così contribuito a dare ulteriore lustro alla Sezione del Tiro a Segno Nazionale di Eboli, che in passato ha già avuto diversi campioni italiani, in diverse specialità legate allo sport del tiro a segno. I campioni odierni sono stati premiati per gli eccellenti risultati agonistici, al quale va aggiunto il dovere di diventare esempi di emulazione nei confronti di tanti giovani che si avvicinano allo sport del Tiro a Segno. Sicuramente questi risultati sono stati ottenuti grazie alla disponibilità della sezione di "Tiro a segno nazionale di Eboli", presieduta dal Gen. Antonio D’Errico, che riscuote grandi meriti nei confronti di tutta la comunità locale.

Letto 46 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)