Eboli, blitz dei carabinieri al distretto sanitario

Eboli, blitz dei carabinieri al distretto sanitario

Blindati questa mattina tutti i servizi al distretto sanitario di Eboli, i carabinieri del Nas di Salerno e della compagnia di Eboli hanno bloccato le attività e i servizi presso la struttura sanitaria in località Acquarita.

Gli uomini dell'Arma hanno passato al setaccio gli uffici, sostando per diverse ore tra i locali e i corridoi della dirigenza, hanno controllato documenti e registri a caccia dei presunti "furbetti". Hanno chiuso gli ambulatori, fatto uscire il personale dalle stanze e proceduto alla verifica delle posizioni. La struttura ubicata all'ingresso della città, dove trova sede anche il centro residenziale per le cure palliative Hospice "il Giardino dei Girasoli"', è stata passata ai raggi x.

Da notizie filtrate nel corso della giornata pare che il cuore dell'indagine (con militari impegnati sul caso provenienti anche dalla Basilicata) sia un giro illegale di farmaci antitumorali, particolarmente costosi. Dalle perquisizioni effettuate in casa di medici e impiegati (anche l'auto di uno specialista sarebbe stata controllata in mattinata) sarebbero poi emerse alcune "prove", avendo gli inquirenti trovato fiale e medicamenti che invece di essere restituiti alla Farmacia dell'Asl venivano trattenuti e, verosimilmente, commercializzati in chissà quali canali. Esattamente quel che gli investigatori stanno cercando di scoprire. Voci, ancora, risalenti a poche ore fa darebbero come coinvolto un genitore di un consigliere comunale particolarmente legato all'attuale amministrazione.

Non ultima, anche la vicenda della gara d'appalto da diversi milioni di euro vinta da una nota società salernitana, oggetto di recenti contestazioni e diatribe che hanno anche ottenuto una veloce visibilità mediatica, potrebbe essere finita nel mirino degli inquirenti. Sono sempre voci ricorrenti nell'imminenza del blitz che attendono, ovviamente, le conferme del caso.

 

Letto 256 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)