«DanzaMareMito»: oasi del Cilento, rifugio dell'arte coreutica

«DanzaMareMito»: oasi del Cilento, rifugio dell'arte coreutica

 

«La danza non va in vacanza», questo lo slogan che accompagna l'XI stage estivo DanzaMareMito, in programma nel Cilento dal 26 agosto al 2 settembre,


Realizzato con il patrocinio della Provincia di Salerno e del Comune di Ascea, ed organizzato dall’associazione culturale "Ala promozione delle Arti di Salerno", nelle persone di Amalia Salzano e Adriana Cava, l'evento viene riproposto ed arricchito. 

Dopo aver archiviato i primi dieci anni di attività con un parterre di maestri di prim’ordine, ma soprattutto con la presenza, in questo lasso di tempo, di oltre 2mila stagisti (numeri da record per un evento estivo che si è imposto con fermezza nel settore anche catalizzando l’attenzione di giovani provenienti dall’estero) lo staff organizzativo è all’opera per una nuova ed entusiasmante settimana.

Chicca dell’XI edizione, quest’anno il campus si sposta all’Oasi del Cilento, struttura che sarà riservata esclusivamente all’evento. Siamo sempre a Velia, in un complesso unico nel suo genere, che perfettamente coniuga studio e relax a pochi metri dal mare. Nella settimana nessun ospite potrà accedervi se non “marchiato” Danzamaremito, trasformando l’Oasi nel rifugio dell’arte coreutica. Un fatto davvero eccezionale che difficilmente si verifica altrove. Le lezioni si svolgeranno in delle apposite sale allestite ad hoc (pedana di legno elastica, tappeti danza, sbarre e specchi) per consentire di lavorare al meglio.

Salgono in cattedra insegnanti “nuovi”, che per la prima volta si cimentano in questa meravigliosa esperienza, e tornano anche i “vecchi”, quelli con i quali lo stage è nato e cresciuto. Unici, per competenza e talento, i docenti invitati: tutti professionisti di prestigio e fama internazionale capaci di trasmettere la loro grande professionalità ed esperienza alle giovani generazioni.

Due le prestigiose new entry. Silvia Curti (foto in alto) e Carlos Montalvàn Tovàr (foto in basso). Entrambi insegnanti di danza classica e repertorio, divideranno le classi e gestiranno la prima i bambini, il secondo i più grandi (per i quali di aggiunge anche il passo a due).

Già Prima Ballerina del Teatro dell'Opera di Roma, la Curti è dal 2005 insegnante di tecnica accademica alla Scuola di danza dello stesso teatro e assistente alle coreografie per la cura e la preparazione degli allievi della Scuola nelle produzioni del Teatro dell’Opera.

Tovàr invece, nato a Cuba, dove ha studiato e iniziato la sua carriera, è vincitore giovanissimo di prestigiosi premi. Già primo ballerino ospite dell'Opera di Tirana (Albania), del Balletto dell'Opera di Magdeburg (Germania), del Balletto del Sud, dal 2015 collabora con il Musiktheater im Revier di Gelsenkirchen (Germania) diretto da Briget Breinere e ora con il Ballet Oper Dortmund (Germania) diretto da Xin Peng Wan. Nell'estate 2015 è stato invitato dal Balletto del Sud per danzare al fianco di Carla Fracci nello spettacolo Sheherazade.

Negli stessi giorni si terranno anche lezioni di danza jazz con Martine Mattox, quelle di riequilibrio posturale con le professioniste del settore Annamaria Salzano e Fabiano Camuso e quelle di danza modern con Anthony Heinl, direttore artistico, coreografo e danzatore della eVolution dance theater. Già assistente di Moses Pendleton e danzatore dei mitici MOMIX nelle produzioni più famose quali Passion, Baseball, Opus Cactus, Sun Flower Moon, sarà affiancato dal co-direttore artistico Nadessja Casavecchia. Insieme e per la prima volta con le classi di DanzaMareMito sperimenteranno lo studio su tappeto gonfiabile. Tra atletismo, acrobazie e tecnica, i partecipanti potranno sperimentare la fatica ed il divertimento di ballare “saltando”.

INFO UTILI Ancora aperte le iscrizioni per ragazzi e ragazze dai 10 anni in su. Per ulteriori informazioni: www.danzamaremito.it

Letto 165 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)