Dal ministro Bussetti, «insegnanti di sostegno non sono tappabuchi»

Dal ministro Bussetti, «insegnanti di sostegno non sono tappabuchi»

Il ministro all'Istruzione Marco Bussetti chiarisce la sua posizione sui docenti italiani spesso costretti a ricoprire incarichi, come il "sostegno" a studenti con deficit, pur non avendone le competenze. 

“Non ho mai definito gli insegnanti dei ‘tappabuchi’, precisa Bussetti, “nel videoforum di Repubblica ho spiegato con chiarezza che non si possono assegnare le cattedre di sostegno a personale non specializzato solo per scorrere le graduatorie del personale che insegna altre discipline. Questa pratica non è rispettosa delle competenze dei docenti di sostegno e delle esigenze degli studenti".
“L’insegnante di sostegno
– prosegue il Ministro – non fa il tappabuchi. Il sostegno è un’attività importantissima e fondamentale. G li insegnanti di sostegno lavorano con tanta attenzione, con sensibilità e con amore nei confronti di ragazzi che hanno delle difficoltà. Ricordiamoci che sono insegnanti della scuola e lavorano in sinergia con gli altri colleghi del consiglio di classe. Sono convinto, e l’ho detto ai microfoni di Radio Capital, che i docenti italiani meritano 10 perché sono bravi e preparati".

Letto 80 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)