Salerno si apre alle «Olimpiadi delle lingue e civiltà classiche»

Salerno si apre alle «Olimpiadi delle lingue e civiltà classiche»

Dal 10 al 13 maggio si terranno, per la prima volta a Salerno, le "Olimpiadi nazionali delle lingue e civiltà classiche" organizzate dal Miur, che quest’anno tagliano il traguardo della sesta edizione. A contendersi l’alloro saranno 151 studenti provenienti da tutti Italia, di cui 61 i vincitori dei Certamina selezionati dal comitato dei garanti e 90 i vincitori delle gare regionali di selezione preliminare.

 

A Salerno per quattro giorni si ritroveranno gli anni del Molise, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Veneto, Valle d’Aosta. Le prove, che si terranno al Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno, consistono per le sezioni Lingua Greca e Lingua Latina nella traduzione di una poesia accompagnata da un commento e per la sezione Civiltà Classiche in un lavoro d’interpretazione, analisi e commento di testimonianze della civiltà latina o greco-latina. I lavori dei candidati saranno valutati dal Comitato Tecnico Operativo Nazionale.

Mercoledì 10 maggio i partecipanti saranno accolti al Grand Hotel Salerno. Alle 17 assisteranno a una conferenza sul tema “Attualità e centralità della cultura classica”, con interventi di Ugo Cardinale, Franco Montanari, Giovanni Polara e Renzo Tosi. Coordina Edvige Mastantuono. Alle ore 18, invece, ci sarà la rappresentazione “Sarà vera arte?”, divisa in due parti: la prima è dedicata al “Dialogo tra Socrate e Ippia” tratto dall’“Ippia maggiore” di Platone; la seconda porterà in scena “L’idea del Bello” rivisitata dai ragazzi. Lo spettacolo teatrale è a cura degli studenti del gruppo ArTasso del liceo “Tasso”.

Giovedì 11 maggio, presso il liceo di piazza San Francesco, alle ore 9.30 si svolgeranno le prove; alle 15.30 i partecipanti visiteranno il centro storico di Salerno, a far da guide saranno gli allievi del “Tasso”.

Alle 21 tutti al Teatro Augusteo per la messa in scena de “Gli Uccelli” di Aristofane, a cura del laboratorio teatrale dello stesso liceo. Alle ore 22, invece, sarà il turno del laboratorio corale e teatrale con La scuola medica salernitana.

Venerdì 12 maggio la giornata inizierà con la visita guidata al Parco Archeologico di Paestum dove, alle ore 9.30, ci sarà la visita guidata al parco, ai templi ed al museo, con gli allievi del liceo “Parmenide” di Vallo della Lucania. Alle ore 15.30, nell’area dei Templi, si assisterà allo spettacolo teatrale “Medeae… da Euripide in poi”, a cura dell’Accademia Magna Grecia.

Per l’ultimo giorno, sabato 13 maggio, il programma prevede di nuovo al Teatro Augusteo, lo spettacolo teatrale firmato dalla Compagnia del Giullare a impronta classica verrà rappresentato alle ore 9.30 i “Logoi: i racconti di Antigone, Elettra e Clitennestra”. Alle 10.30 ci sarà infine la cerimonia di premiazione, presentata dall’attrice Giorgia Gianetiempo, conosciuta dal pubblico del piccolo schermo per essere stata nel cast de I Cesaroni, Un Posto al Sole e Don Matteo.

Letto 273 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)