"Fruit & salad school games": a Scafati la seconda edizione

"Fruit & salad school games": a Scafati la seconda edizione

Si rinnova l'appuntamento con "Fruit & Salad School Games", importante campagna di sensibilizzazione al consumo di frutta e verdura nelle scuole primarie promossa dalle organizzazioni di produttori ortofrutticoli campani come Alma seges, AoA, La Deliziosa e Terra Orti. Dopo il grande successo registrato nella prima edizione l'iniziativa, presentata alla fiera internazionale dell’ortofrutta ‘Fruit Logistica’ di Berlino, ha registrato ampi consensi e numerose adesioni anche da parte di istituti scolastici fuori regione.

L’edizione 2018 partirà lunedì 26 febbraio dall’ I.C “Tommaso Anardi” di Scafati con la consolidata formula di promozione del consumo di frutta e verdura abbinata a giochi sportivi per stimolare i ragazzi ad una sana alimentazione ed a mantenersi sempre in forma.
Ogni giornata prevede la competizione tra le varie classi degli istituti coinvolti; la classe vincente in ogni istituto disputerà poi la finalissima per aggiudicarsi il titolo di campione “Fruit and Salad School Games 2018”.
Il calendario prevede 26 tappe distribuite tra la Campania e la Sicilia.

L’iniziativa, che prevede anche la distribuzione di frutta e verdura, vuole invogliare i ragazzi verso uno stile di vita più sano e allo stesso tempo far apprezzare la grandezza dei prodotti della nostra terra. La degustazione sarà accompagnata da momenti di approfondimento durante i quali nutrizionisti specializzati parleranno a studenti ed insegnanti delle proprietà nutrizionali di frutta e verdura e forniranno nozioni di cultura dell’alimentazione, che saranno poi alla base dei quiz somministrati ai ragazzi nel corso dei giochi.

Siamo orgogliosi che una nostra organizzazione dei produttori si faccia promotrice di una campagna di sensibilizzazione di consumo di frutta e verdura di questa portata- questo il commento di Alfonso Di Massa, presidente della Fedagri – Confcooperative Campania- È importante indirizzare i ragazzi verso uno stile di vita più sano e far conoscere loro non solo le eccellenze campane, ma anche l’impegno e la tradizione delle imprese alle quali stanno a cuore il made in Campania e il mangiare sano”.

VIDEO

  

Letto 143 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)