Battipaglia: «Conosciamo il cibo» con gli chef dei grani

Battipaglia: «Conosciamo il cibo» con gli chef dei grani

Mangiare sano senza rinunciare al gusto: si può, ed è necessario imparare a farlo fin da piccoli. Va insegnato di pari passo con la matematica e la grammatica.

Il progetto "conosciamo il cibo", a cura degli chef dei grani Helga Liberto e Vito De Vita, nasce con l'intento di unire utile e dilettevole: trasmettere l'idea che alimentarsi correttamente vuol dire "far del bene al proprio corpo" attraverso laboratori di divertimento per i bambini delle scuole (che saranno adulti in grado di "costruire" il proprio corpo come il migliore dei templi).
Il progetto nasce con l'intenzione di "seminare" e far radicare il concetto di "mangiare sano" nei bambini in tenera età, coinvolgendo tutte le scuole elementari e medie della città. I bambini impareranno che ognuno ha abilità diverse e, sotto la supervisione degli insegnanti, troveranno un modo per valorizzarle e per migliorare il clima del gruppo velocizzandone le dinamiche.

Il laboratorio comprende la realizzazione di semplici ricette (pane, pizza, focacce, torte, gelato con frutta fresca e biscotti), e si svolgerà in più fasi, con un primo momento in cui gli chef  illustreranno ai bambini i principali prodotti del territorio, ricco di prelibatezze. Gli insegnanti, inoltre, saranno coinvolti nella spiegazione di alcune ricette e nella corretta scansione del lavoro. 
L'obiettivo del progetto è il coinvolgimento del singolo all'interno di un gruppo, insieme si decideranno quantità, modalità di preparazione e rispetto delle regole. Dal punto di vista teorico, infine, i bambini avranno la possibilità di ampliare vocabolario e capacità espressiva nell'ambito dell'alimentazione.
Alla fine dell'"avventura", che terminerà il 4 Giugno, saranno realizzati disegni, cartelloni e ricerche in classe con l'ausilio degli insegnanti, che saranno esposti in una mostra presso la casa comunale.
Un evento finale coinvolgerà poi tutte gli alunni delle scuole di Battipaglia che hanno aderito al progetto e le relative famiglie.
ger
 
Letto 387 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)