nuovosito

Recupero crediti: così Compass spa «terrorizza» chi è in ritardo nei pagamenti delle rate

Usurai in un dipinto di Quentin Metsys 1466 - 1530

«Se l’Italia è in queste condizioni dipende dalla gente come voi: se entro domani non pagate passiamo la pratica all’ufficio legale ed inseriremo il vostro nominativo nella banca dati dei cattivi pagatori». Queste parole sono state pronunciate da un dipendente di una nota società finanziaria ed erano rivolte ad un cliente accusato di non aver onorato la rata di un prestito entro i termin pattuiti.

 

Va precisato che il cliente in questione spiega di aver puntualmente pagato (seppur con mostruosi interessi) ma, appena i morsi della crisi hanno iniziato a farsi sentire, la regolarità ha iniziato a esser un po' «elastica» pur mantenendo inalterato lo schema contrattuale secondo cui solo dinanzi a due rate consecutive non versate potrebbero scattare quelle misure pedestremente minacciate dall’addetto. Una storia triste ed ampiamente nota a tantissime persone alle prese con l’infernale macchina del credito al consumo, peggiore perfino di quello bancario: il che è quanto dire.

 

La società in questione è la Compass spa, già finita alcuni mesi fa al centro di polemiche per via delle proteste di un gruppo di clienti che si sentivano vessati dai metodi di recupero del gruppo legato al circuito di Mediobanca. Basti pensare che la Compass spa per un ritardo di pagamento anche di un solo giorno pretende una somma che si aggira attorno al 20% della rata stessa: proporzioni oggettivamente abominevoli, specie se nessuno (o quasi) legge le minuscole clausole contrattuali in calce ai chilometrici contratti che fanno firmare. Quegli stessi clienti minacciarono di adire le vie legali per provare a difendersi dallo strapotere e dall'arroganza di questi baracconi finanziari dalla condotta -tecnicamente- prossima a fattispecie penali contemplate dal codice. Non si conosce, almeno non ancora, l’esito della vicenda. Ma tant'è.

Ma non è questo il punto, perché ora ne spunta un altro, perfino peggiore del primo: vale a dire le modalità di recupero della società finanziaria. Se fosse confermato quanto denunciato al nostro portale dall’ennesimo cliente di Compass spa maltrattato, ci troveremmo dinanzi a comportamenti a dir poco sconvenienti: specie per la società stessa che continua, a quanto sembra, ad impartire ai propri dipendenti (che ne rispondono limitatamente alle modalità con cui si rapportano agli altri) direttive improntate al terrorismo psicologico. Chiaro che Compass spa esce male da questa vicenda: già le finanziarie e le banche non godono di troppo prestigio, se a questo vanno ad aggiungersi telefonate minatorie ad ogni ora del giorno e della notte, il minimo che possa accadere è che si finisca a carte quarantotto.

Compass spa (ma, a quanto raccontano, anche le altre società del settore) fa firmare un contratto che esplicitamente dice che in caso di due rate saltate scatta il famoso meccanismo della comunicazione al Crif, cioè la segnalazione al cervellone centrale del soggetto come cattivo pagatore. Da qui ne discende una tragedia per il singolo e nessun profitto per la società: che, a quel punto, perderà o rischierà di perdere anche il resto. E così via in un incessante meccanismo perverso che sta facendo letteralmente strage del residuo tessuto sociale ed economico delle famiglie italiane.

Affidarsi, poi, ad addetti al recupero che non solo bluffano al telefono minacciando l’impossibile ma che esprimono addirittura considerazioni sulle qualità personali dei clienti - ignorando chi ci sia dall’altro capo del telefono- non è esattamente il miglior biglietto da visita. Soprattutto in tempi come questi.

(nella foto "Gli usurai" dal celebre dipinto di Quentin Metsys)

 
omissis

IN MUTANDE... MA VIVI

mutande6

bebè

DOWNLOAD FREE

CLICCA per scaricare:

            logo picasa large

                  iTunes-Apple-logo
Real Player

newsboy

ALBERO GIORNALI

banner coni x eolo

 37 visitatori online
Trova nel giornale

Facebook-Like-logo
Clicca "MI PIACE"
sulla nostra Pagina 

Monsignor Moretti si ferma ad Eboli: il vescovo benedice il presepe vivente

EBOLI (SA)- Grande festa in famiglia per il centro Sanatrix Nuovo Elaion, oggi la sala delle conferenze ospiterà il consueto pranzo di Natale per i... Leggi tutto...
Cent'anni per Monicelli, Rap lo ricorda a Napoli

Monicelli avrebbe cento anni e Napoli, città alla quale il grande regista era molto legato, lo festeggia con una iniziativa voluta dalla sua... Leggi tutto...
Ramazzotti al Palasele per il suo "World tour 2015"

  Eros Ramazzotti tour Palasele Eboli 1 marzo 2015 Eventi a Salerno „EEEDD EBOLI (SA)- Farà tappa al Palasele Eros Ramazzotti con il suo... Leggi tutto...
Salerno celebra il "Re Babà" premiando i migliori pasticcieri

"Re Babà" conquista la Camera di Commercio: i salernitani si leccano i baffi „ SALERNO- C'è ancora tempo per degustare il "Re babà", per gli... Leggi tutto...
Il "mondo" di Bernardo Silvano in mostra al Nuovo Elaion

EBOLI (SA)- Il centro di riabilitazione apre le porte ancora una volta alla città che lo ospita con approfondimenti sulla storia di Eboli e dei... Leggi tutto...

“Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce
dalla sua abilità
di arrampicarsi sugli alberi
lui passerà tutta la sua vita
a credersi stupido”

Albert Einstein

creative writing

MUSICA dal WEB
24 ORE SU 24